Navigazione

Saltare la navigazione

Funzionalità principali

La Svizzera ancora più piccola

Il nuovo tratto tra Mattstetten e Rothrist avvicinerà Zurigo e Berna

(Keystone)

Tra pochi mesi sarà inaugurato il nuovo tracciato tra Zurigo e Berna, punto centrale del progetto ferroviario del secolo “Ferrovia 2000”. I viaggiatori fra Berna e Zurigo guadagneranno una ventina di minuti.

Il nuovo orario prevede inoltre treni più frequenti. Di che avvicinare ulteriormente le regioni della Svizzera.

Ad una velocità di 160 chilometri orari, il primo treno passeggeri di prova ha transitato mercoledì sul nuovo tratto ferroviario tra Zurigo e Berna previsto dal progetto “Ferrovia 2000” delle Ferrovie federali svizzere (FFS).

“Su questo tracciato abbiamo già raggiunto una velocità di 240 km/h”, indica Matthias Schwendimann, responsabile dei viaggi di prova sul nuovo tracciato tra Mattstetten e Rothrist.

Test riusciti

Fino ad oggi, le FFS hanno effettuato, su questo tratto di 45 km, 1'900 viaggi di prova. Nei prossimi mesi ne sono previsti altri 1'600.

La linea Mattstetten-Rothrist, che costituisce la spina dorsale di “Ferrovia 2000”, sarà inaugurata ufficialmente in presenza del pubblico il 12 dicembre.

Una data che il responsabile operativo della divisione infrastrutture delle FFS Hans-Jürg Spillmann sta aspettando da parecchi anni.

“L’apertura del nuovo tratto rappresenta un grande avvenimento, siccome è da tanti anni che non abbiamo inaugurato nuove linee”, osserva Spillmann.

L’addetto ai viaggi di prova Schwendimann paragona l’apertura della nuova linea a quella della galleria del Sempione tra Svizzera ed Italia cento anni fa.

“La Svizzera diventerà ancora più piccola, soprattutto tra le regioni orientali ed occidentali del paese”, aggiunge Spillmann.

Un passeggero speciale

All’interno della locomotiva, accanto al macchinista, siede anche un passeggero illustre. Il presidente del Consiglio nazionale Max Binder non ha infatti voluto mancare a questa importante occasione.

“Essere seduto al posto di pilotaggio... mi sembra quasi di realizzare un sogno da bambino”, afferma Binder, dell’Unione democratica di centro (Udc).

“Sono sicuro che questo investimento finanziario rappresenta un passo importante nello sviluppo futuro della rete dei trasporti pubblici”, aggiunge Binder.

“Ferrovia 2000” è costato fino ad oggi 4,5 miliardi di franchi. Un ulteriore finanziamento di 1,2 miliardi è previsto per il futuro.

Il progetto dovrebbe comunque mantenere le sue promesse, rispettando i termini ed il budget previsto (7,4 miliardi di franchi).

Velocità massima tra un paio d’anni

La velocità massima prevista sul nuovo tratto – 200 km/h – non potrà tuttavia essere introdotta da subito. Le FFS si giustificano ricordando i ritardi accumulati nell’introduzione del nuovo sistema europeo per la sicurezza ferroviaria (Etcs).

“Saremo i primi ad applicare questo sistema, ma dovremo aspettare ben oltre il 12 dicembre”, spiega Spillmann.

Per ragioni di sicurezza, la velocità massima sul tracciato tra Zurigo e Berna, per ora limitata a 160 km/h, non potrà essere introdotta prima del 2006.

“Con l’intenso traffico ferroviario che abbiamo nel nostro paese, non possiamo permetterci di viaggiare a 200 km/h senza il sistema Etcs”.

Niente risparmi nei grandi progetti

Le tratte ferroviarie testate fino ad ora rappresentano solo la prima fase del progetto. La seconda, approvata in votazione dal popolo nel 1987, è per il momento in situazione di stallo, dopo le attuali misure di risparmio proposte dalla Confederazione.

La seconda tappa prevede, tra l’altro, una migliore integrazione dei centri di medie dimensioni nella rete del traffico a lunga percorrenza.

Se sarà portato a termine in modo completo, “Ferrovia 2000” rappresenterà una densa rete di interconnessioni in tutto il paese.

“Come una metropolitana su larga scala”, osserva Spillmann.

Il presidente Binder, malgrado il suo partito, di destra, spinga per ulteriori tagli nelle spese, è a favore del completamento del progetto.

“Per essere efficace, il nuovo sistema ferroviario dev’essere portato a termine. Altrimenti rischiamo di ritrovarci con delle “falle” che potrebbero compromettere, almeno in parte, i risultati degli sforzi degli ultimi anni”, indica Binder.

La decisione sulla fattibilità o meno della seconda fase del progetto cadrà solamente nel 2007 o nel 2008.

swissinfo, Christian Raaflaub, Mattstetten
(traduzione dal tedesco: Luigi Jorio)

In breve

Il progetto “Ferrovia 2000” è stato approvato in votazione popolare nel 1987.

Oltre ai quattro nuovi tracciati svizzeri (Mattstetten-Rothrist, Recherswil–Inkwil, Wanzwil–Wynau e Murgenthal–Rothrist) il progetto prevede l'allacciamento alla rete europea ad alta velocità, nuove trasversali ferroviarie alpine ed una maggiore protezione fonica.

Fine della finestrella

Fatti e cifre

5,7 miliardi di franchi il costo della prima fase di “Ferrovia 2000”
7,4 miliardi il budget previsto

Fine della finestrella


Link

×