Navigazione

Saltare la navigazione

Funzionalità principali

La Svizzera in ritardo nell'e-government

In Svizzera l'accessibilità online delle amministrazioni varia da cantone a cantone

(Keystone)

La Svizzera registra lenti miglioramenti in fatto di accessibilità dell'amministrazione pubblica su internet. A livello europeo figura tuttavia in coda alla lista.

Da un'indagine sull'e-government voluta dalla Commissione europea in 31 Stati, la Svizzera si piazza in 26esima posizione.

Lo studio rileva che soltanto il 21% dei servizi pubblici analizzati in Svizzera sono completamente disponibili su internet (10% nel 2006). In Europa la media è del 58%.

La diffusione dell'e-government (o Governo elettronico) in Europa si è accelerata, rileva l'indagine svolta dall'impresa di consulenza zurighese Capgemini: l'accessibilità online delle amministrazioni è salita al 75%. La percentuale in Svizzera è invece del 60%.

e-government e federalismo

L'arretratezza della Svizzera in materia di cyber amministrazione era già stata rilevata da uno studio dell'Università di San Gallo pubblicato l'anno scorso. Dal 2004, hanno commentato i ricercatori, i servizi pubblici in rete si sono costantemente evoluti, ma troppo lentamente.

«Non è una novità... da sempre siamo piuttosto scadenti», ammette a swissinfo Jean-Jacques Didisheim, responsabile dell'e-government al Dipartimento federale delle finanze. «Le ragioni sono molteplici. Una è la struttura federalista decentralizzata del nostro paese», spiega.

«La politica dell'e-government è gestita dai singoli cantoni», aggiunge Andreas Hugi, un consulente coinvolto nel progetto della Confederazione per la promozione della cyber amministrazione. «In Svizzera si devono quindi sempre considerare 26 cantoni e 2'000 comuni».

A relegare la Svizzera in fondo alla lista è pure la mancanza di un'identità digitale propria ad ogni cittadino elvetico. «Ci stiamo lavorando da anni, ma senza alcun progresso», constata Hugi.

Austria in cima alla lista

Dallo studio richiesto dalla Commissione europea - che ha voluto analizzare alcune prestazioni pubbliche nei 27 paesi dell'Unione europea più Islanda, Norvegia, Turchia e Svizzera - risulta che l'Austria, con il 99% di accessibilità online, è lo Stato più avanzato in materia di Governo elettronico. Seguono Malta, Slovenia e Portogallo (l'Italia è 11esima).

«L'Austria è sempre in cima alla lista, grazie anche al suo presidente», commenta Hugi. «In Svizzera dobbiamo invece incrementare l'interesse per l'e-government nelle grandi città e nei cantoni. È il solo modo per progredire».

«Il voto elettronico è interessante dal punto di vista tecnico, ma non c'è alcuna differenza tra un voto via lettera o via e-mail». Secondo Hugi, a trarre i maggiori benefici da un accesso facilitato ai servizi amministrativi sarebbe l'economia: «Per le multinazionali, la possibilità di pagare le tasse online rappresenta un grosso vantaggio economico».

Ottimismo

Nonostante il piazzamento poco felice, osserva Jean-Jacques Didisheim, la Confederazione ha intrapreso le mosse politiche necessarie per migliorare.

Il governo ha adottato una strategia e-government nel gennaio di quest'anno. Le autorità federali e cantonali hanno concordato di «fissare le priorità comuni e una direzione precisa per l'avanzamento nell'e-government».

Andreas Hugi si mostra fiducioso e malgrado i problemi sorti negli ultimi quattro anni la situazione in Svizzera si sta evolvendo rapidamente. «Ho il presentimento che il governo voglia collaborare maggiormente con i cantoni».

«Magari ci vorrà del tempo, ma sono fiducioso. Una volta risolto il problema della mancanza di strutture e di coordinamento, la Svizzera potrà fare enormi progressi», conclude Didisheim.

swissinfo, Simon Bradley
(traduzione e adattamento: Luigi Jorio)

Fatti e cifre

Nello studio 2007 sull'e-government l'Austria figura al primo posto, con il 99% di accessibilità online.
La media nei 27 paesi dell'Unione europea è del 75%.
Al di sopra della media si trovano Stati come la Slovenia, Malta, Portogallo, Regno Unito, Francia, Germania, Spagna e Italia.
La Svizzera giunge in 26esima posizione, con il 60% di accessibilità. Chiudono Polonia e Bulgaria.

Fine della finestrella

e-government

Con il termine e-government (o e-gov, governo elettronico o governo online) s'intende il processo d'informatizzazione dell'amministrazione pubblica, il quale consente di trattare la documentazione e di gestire procedimenti con sistemi disponibili in rete.

L'e-government può essere applicato dagli organi amministrativi, legislativi o giudiziari con lo scopo di migliorare l'efficienza interna e la prestazione di servizi pubblici.

Fine della finestrella


Link

Neuer Inhalt

Horizontal Line


subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.

swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

×