Navigazione

Saltare la navigazione

Funzionalità principali

La Svizzera stacca il biglietto per il Portogallo

Hakan Yakin, autore del primo gol dopo sei minuti di gioco

(Keystone Archive)

È fatta. La squadra svizzera di calcio si è qualificata per la fase finale degli europei del 2004 che si terrà in Portogallo.

I rossocrociati hanno infatti battuto l’Irlanda per 2 a 0 allo stadio San Giacomo Park di Basilea, terminando al primo posto nella classifica del loro gruppo.

Sono da poco passate le sette di sera di sabato 11 ottobre quando lo stadio San Giacomo Park di Basilea, tutto rosso e bianco, si alza come fosse un solo uomo. Il tempo sembra fermarsi. Sul campo da gioco e sulle gradinate, le scene di gioia si prolungano.

Per la seconda volta nella sua storia, la Svizzera si qualifica per la fase finale del campionato d’Europa. Nell’ultima decisiva partita, i rossocrociati hanno messo in ginocchio gli irlandesi con due reti segnate da Hakan Yakin e Alexandre Frei.

Tre punti preziosi che consentono alla nazionale elvetica di terminare la fase di qualificazione in testa al proprio girone, davanti alla Russia: il giro d’onore dello stadio è meritato.

Emozionantissimo l’allenatore Köbi Kuhn, che festeggia i 60 anni con una storica qualificazione: i suoi giocatori gli hanno offerto il regalo più bello.

“Voglio ringraziarli tutti. La qualificazione per la fase finale mi rende molto fiero, ma sono ancora più fiero dello spirito d’amicizia e collaborazione che anima la squadra”, dichiara Kuhn, gli occhi ancora arrossati.

L’uomo provvidenziale

La squadra elvetica ha saputo fare fronte comune per staccare il biglietto per il Portogallo, mettendo da parte le differenze personali, alla ricerca di quella coesione che rappresenta la forza degli undici rossocrociati.

Durante tutti i 90 minuti dell’incontro, gli svizzeri hanno ridimensionato gli avversari, anche senza giocare il loro miglior calcio, non lasciando dubbi sull’esito dell’incontro.

Galvanizzati dal primo gol di Hakan Yakin, hanno saputo mantenere la pressione fino al secondo gol di Alexandre Frei, per poi gestire in modo intelligente il restante tempo della partita.

Assente nella trasferta in Russia e reduce da una ferita nove giorni fa in campionato contro il Neuchâtel Xamax, Hakan Yakin non era sicuro di riuscire a giocare questo decisivo incontro: “Volevo a tutti i costi scendere in campo, sapevo che sarebbe stata la partita della qualificazione”, ha dichiarato alla fine della gara il centrocampista del Basilea.

Il suo apporto nel passaggio di palla tra la difesa e l’attacco, il suo senso del gioco e del gol ed i suoi colpi di genio non lasciano dubbi sul fatto che Hakan Yakin è il giocatore fondamentale della squadra di Köbi Kuhn.

Ritorno tra l’élite europea

Ironia della sorte, o semplice segno del destino, la qualificazione per la fase finale degli Europei 2004 arriva esattamente otto anni dopo l’ultima impresa europea dei rossocrociati.

L’11 ottobre 1995 all’Hardturm di Zurigo la nazionale rossocrociata, allenata allora da Roy Hodgson, aveva battuto l’Ungheria per 3 a 0, qualificandosi per la fase finale degli europei del 1996 in Inghilterra.

Proprio prima dell’importante appuntamento, Hodgson passò alla squadra italiana dell’Inter, lasciando il posto al portoghese Arturo Jorge.

Köbi Kuhn, dopo un inizio piuttosto caotico si è imposto come l’allenatore giusto nel momento giusto. Senza rumore è riuscito a creare una squadra vincente. Un collettivo che oggi lo fa sognare in portoghese.

swissinfo, Mathias Froidevaux
(Traduzione dal francese: Sergio Regazzoni)

In breve

Otto anni dopo essersi qualificata per l’Euro 1996 in Inghilterra, la nazionale svizzera di calcio accede alla fase finale del campionato d’Europa 2004 che si disputerà in Portogallo.

È la seconda volta che i rossocrociati staccano il biglietto per la fase finale del campionato d’Europa di calcio.

Il giocatore del Basilea Hakan Yakin l’uomo provvidenziale della vittoria contro l’Irlanda.

Fine della finestrella

Fatti e cifre

La fase finale del campionato europeo di calcio si svolgerà in Portogallo dal 12 giugno al 4 luglio 2004
Nell’ultimo incontro della fase di qualificazione contro l’Irlanda, 31.006 spettatori hanno spronato i rossocrociati alla vittoria
La Svizzera conclude la fase di qualificazione al primo posto del gruppo 10, con un punto di vantaggio sulla Russia

Fine della finestrella


Link

subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.

×