Tutte le notizie in breve

Spegnere la spina?

KEYSTONE/PETER KLAUNZER

(sda-ats)

Nuova iniziativa popolare per uscire dal nucleare in Svizzera: la Cancelleria federale ha annunciato oggi che il comitato promotore ha tempo fino al 16 novembre 2018 per raccogliere le 100'000 firme necessarie alla riuscita del testo.

L'iniziativa "Spegnere le centrali nucleari - assumere responsabilità nei confronti dell'ambiente" chiede la chiusura di tutti gli impianti nucleari al più tardi entro il 2029. Nonostante nel novembre scorso il popolo abbia bocciato un testo analogo dei Verdi con il 54,2% dei voti, la nuova iniziativa riprende gli stessi obiettivi.

Stando agli iniziativisti, l'esercizio di centrali nucleari destinate alla produzione di energia elettrica deve essere vietato in Svizzera. Al loro posto occorre utilizzare energie rinnovabili e sostenere una politica imperniata sull'impiego efficiente e parsimonioso dell'energia.

Secondo il testo dell'iniziativa, la centrale nucleare di Gösgen dovrebbe essere messa definitivamente fuori servizio nel 2024, quella di Leibstadt nel 2029. Per quanto riguarda gli impianti di Beznau I e II e di Mühleberg, essi dovranno essere spenti un anno dopo l'accettazione dell'iniziativa.

Il testo vuole inoltre vietare a imprese svizzere di costruire centrali nucleari all'estero per l'approvvigionamento del Paese o di partecipare al loro finanziamento.

SDA-ATS

 Tutte le notizie in breve