Navigazione

Saltare la navigazione

Funzionalità principali

Le montagne svizzere a Berlino

La Svizzera, una meta turistica con fama di sicurezza

(Keystone)

La Svizzera presenta domenica a Berlino, nel quadro della più grande fiera mondiale del turismo, il suo "anno della montagna".

Il turismo svizzero ha superato senza troppi danni l'inverno appena trascorso. Si temeva l'impatto degli attentati dell'11 settembre, ma alla fin fine è pesata più la carenza di neve in febbraio che non il temuto calo delle prenotazioni.

Personalità e montagne

"Svizzera Turismo", l'ente di promozione del turismo elvetico, aveva già previsto da tempo lo slogan "anno delle montagne" per il 2002 - in concomitanza con l'anno delle montagne delle Nazioni Unite e certo anche della votazione sull'adesione della Svizzera all'Onu a inizio marzo.

L'ambasciatore svizzero in Germania Thomas Borer, sua moglie e ambasciatrice per Expo.02 Shawne Fielding, l'incaricato speciale dell'Onu e ex- consigliere federale Adolf Ogi, insieme al direttore di "Svizzera Turismo" Jürg Schmid, si preparano al grande debutto domenica nella capitale tedesca. Il tutto nel quadro della Borsa internazionale del turismo (ITB) di Berlino, vetrina di una dei più forti e dinamici settori dell'economia mondiale.

700 milioni di viaggi all'estero

Nel 2000, anno da record, il settore turistico a registrato in tutto il mondo circa 700 milioni di viaggi all'estero. La Svizzera conta circa 9 milioni di turisti, indigeni e stranieri, il che corrisponde ad un giro d'affari di più di 11 miliardi di franchi. Il settore è fra i maggiori esportatori, se si considera che circa la metà degli introiti del turismo proviene dagli ospiti stranieri. Provenienti in buona parte, questi ultimi, dalla Germania.

Berlino è dunque il luogo ideale per presentare ai tedeschi e al mondo intero l'estate alpina 2002, il più internazionale dei prodotti turistici elvetici. Il 75% dei turisti d'oltre oceano visitano la Svizzera d'estate, generando circa 3,75 milioni di pernottamenti.

Campagna mondiale per un'estate alpestre

Con quasi cinquanta cime oltre i 4000 metri, la Svizzera si presenta nella pianeggiante Berlino come metà alpina per eccellenza. Alla ITB l'estate in montagna è presentato come esperienza che coinvolge tutti i sensi. Un particolare ruolo è dato al ghiacciaio dell'Aletsch, una lingua di ghiaccio di 25 chilometri nel canton Vallese, da poco ammessa nell'inventario Unesco del patrimonio naturale mondiale.

50'000 visitatori del settore

Alla ITB sono attesi circa 50'000 operatori del settore turistico, provenienti da oltre 190 paesi. A loro si aggiungono i visitatori che vogliono informarsi sulle possibili mete delle loro prossime vacanze. Rispetto al 2001, il numero di espositori è diminuito, in concomitanza con la bassa congiuntura nel settore dopo l'11 settembre.

Ma per la Svizzera, considerata una meta sicura per le vacanze, la presenza a Berlino può avere un salutare effetto anticiclico.

Alexander P. Künzle

Neuer Inhalt

Horizontal Line


subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.








Teaser Longform The citizens' meeting

Non mancate il nostro approfondimento sulla democrazia diretta svizzera

1968 in Svizzera