Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

Il cantiere del portale nord della galleria del Monte Ceneri

Keystone/KEYSTONE/TI-PRESS/DAVIDE AGOSTA

(sda-ats)

"I lavori procedono nel rispetto dei tempi previsti ed entro il 2020 il sistema Alptransit sarà pienamente operativo".

Lo assicura Raffaele Cattaneo, presidente del Consiglio regionale della Lombardia e della commissione europea per le politiche di coesione (Coter), che questa mattina si è recato in visita ai cantieri della galleria del Monte Ceneri.

"Sul fronte italiano - spiega Cattaneo - dobbiamo adoperarci per rispettare i tempi di realizzazione per le opere complementari, dall'Arcisate-Stabio a quelle in programma in prossimità dei valichi di Luino, Chiasso e Domodossola, e sono fiducioso che ci riusciremo in modo puntuale".

"La Svizzera - sottolinea - dimostra come sia utile e importante sviluppare politiche dei trasporti che privilegino lo spostamento del traffico merci da gomma a ferro, con indiscutibili vantaggi sia sotto il profilo ambientale che sotto quello della velocità di spostamento e della mobilità". Ecco perché "anche la Lombardia e l'Italia dovranno investire di più su questo aspetto, consapevoli che nei territori transfrontalieri progetti in questa direzione sono resi di più facile attuazione grazie anche ai fondi europei per la cooperazione transfrontaliera e la coesione territoriale".

Il sopralluogo al cantiere AlpTransit e ai lavori per la galleria di base del Monte Ceneri rientra nel programma del seminario sulla cooperazione transfrontaliera organizzato dalla commissione per le politiche di Coesione territoriale e Bilancio dell"Unione europea (Coter) del Comitato delle Regioni, che si è tenuto ieri al Joint Research Centre di Ispra (Va).

I rappresentanti degli organismi europei sono stati accolti presso il cantiere di Sigirino dal presidente della direzione generale di AlpTransit San Gottardo Renzo Simoni che ha illustrato il progetto e lo stato di avanzamento dei lavori.

Alla sua relazione introduttiva, hanno fatto seguito gli interventi del presidente Raffaele Cattaneo e dei rappresentanti istituzionali elvetici e del Canton Ticino: "Investimenti come questo -ha evidenziato Cattaneo- dimostrano come i confini non siano le barriere che qualcuno vorrebbe alzare per dividere i territori, ma occasioni e terreno dove sviluppare sinergie importanti e concrete. È questa l'Europa che vogliamo, un'Europa utile e vicina ai suoi cittadini e ai territori. La realizzazione del sistema Alptransit all'interno del collegamento Genova-Rotterdam consente di mettere in comunicazione in modo diretto e veloce l'Italia con il Nord dell'Europa, generando vantaggi concreti per tutti. Un chiaro esempio di come la cooperazione transfrontaliera sia sempre più fondamentale per lo sviluppo dei nostri Paesi".

Sull'importanza di una collaborazione sempre più stretta tra Lombardia e Svizzera si sono soffermati al termine dell'incontro anche il presidente del Consiglio di Stato ticinese Manuele Bertoli e il presidente del Gran Consiglio Walter Gianora. Il portavoce dall'Ufficio federale dei trasporti (UFT) Gregor Saladin ha quindi illustrato le politiche svizzere per i trasporti transfrontalieri.

Neuer Inhalt

Horizontal Line


subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.

swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

SDA-ATS