Navigazione

Saltare la navigazione

Funzionalità principali

Meno morti per droga nel 2002

Eroina e cocaina sono le principali cause di overdose

(Keystone Archive)

Nel 2002 il numero di decessi a causa di overdose in Svizzera dovrebbe essere inferiore rispetto al 2001.

Secondo dati provvisori delle polizie cantonali, le vittime sono state almeno 111, 58 in meno rispetto all'anno precedente.

La cifra reale dei decessi per overdose dovrebbe comunque essere superiore visto che la polizia di Zurigo per il momento ha fornito solo il dato relativo alla prima metà dell'anno.

Zurigo in prima linea

A fine giugno erano deceduti a Zurigo 26 tossicodipendenti (30 nel primo semestre del 2001), più che in tutti gli altri cantoni per l'intero 2002. Anche quest'anno quindi il cantone guida la triste classifica delle vittime, benché i dati riguardino solo metà anno.

Seguono poi Berna e Ginevra (18), due cantoni che già nel 2001 figuravano nelle prime posizioni. A Ginevra il numero delle vittime è addirittura aumentato rispetto al 2001 (13).

A San Gallo invece si è registrata una netta regressione dei decessi che sono passati da 21 nel 2001 a 8 quest'anno. Anche in Ticino le vittime per overdose sono calate da 12 a 8, come pure a Argovia (da 4 a 7) e Svitto (da 2 a 5).

Vi è stato invece un incremento nei cantoni Grigioni (6 morti nel 2002 contro 4 nel 2001), Sciaffusa (2-1) e Vaud (7-5). A Neuchâtel (1), Friburgo (1) e in Vallese (23) il dato è rimasto invariato.

Nessun decesso è stato registrato nei due Appenzello, a Obvaldo, Nidvaldo, Glarona e Turgovia. I dati di Basilea e del Giura non sono ancora pervenuti.

Eroina e cocaina

In base alle indicazioni delle polizie cantonali, i decessi sono stati causati da overdose di eroina e cocaina.

Non sono state registrate per il momento morti dovute al consumo di altre droghe come le pillole thai, l'ecstasy o lo speed.

swissinfo e agenzie

Neuer Inhalt

Horizontal Line


subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.

swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

×