I giovani svizzeri si allontanano sempre più dalla politica

I giovani che si interessano alla politica sono sempre meno numerosi. I Parlamenti dei giovani cercano strategie per motivare i loro coetanei. Keystone

I giovani cittadini in Svizzera sembrano perdere interesse per l'informazione politica. Inoltre, la loro fiducia nei mass media si sta indebolendo.

swissinfo.ch/urs

Più della metà dei giovani di età compresa tra i 15 e i 25 anni non si interessa di politica svizzera. Per la precisione il 51%, secondo un sondaggio realizzato nel 2017, i cui risultati sono stati pubblicati questa settimana. L'inchiesta demoscopica evidenzia inoltre che la proporzione di giovani che dichiarano di non essere interessati è in continuo aumento: nel 2016, si collocava al 47% e nel 2014 al 40%.

Riguardo alla politica internazionale, l'andamento è un po' più altalenante. Infatti, l'interesse è aumentato un po' nel 2016, durante le elezioni presidenziali americane, per calare nuovamente l'anno scorso.


Realizzata dall'istituto di ricerca gfs.bern su mandato della Federazione svizzera dei Parlamenti dei Giovani (FSPG) e di easyvote, l'indagine – la terza del suo genere – è stata condotta tra 1'271 studenti nelle diverse regioni linguistiche del Paese, tra ottobre e novembre dello scorso anno.

Perdita di fiducia

I ricercatori del gfs.bern hanno anche constatato che i giovani utilizzano meno giornali, televisione e radio. Parallelamente i social network hanno sostituito solo in parte i media tradizionali come fonti di informazione.

I social media e la digitalizzazione hanno un ruolo sempre più importante nel coinvolgimento dei giovani nella politica, ma non è chiaro se si tratti di un impatto duraturo o di un influsso temporaneo, osserva l'FSPG in una nota pubblicata lunedì.

C'è poi un'altra cattiva notizia per i giornalisti: questa categoria professionale ispira sempre meno fiducia ai giovani. Secondo l'indagine, solo il 17% degli intervistati dice di fidarsi dei giornalisti in fatto di informazioni politiche. L'ultima campagna presidenziale negli Stati Uniti e la proliferazione di "fake news" hanno certamente contribuito a questa erosione della fiducia.

Educazione civica

Per l'FSPG, i risultati del sondaggio sono piuttosto critici. La Federazione lancia quindi un appello alle scuole per migliorare l'educazione civica.

Ma anche in questo campo la situazione è un po' preoccupante. Nei Cantoni latini, solo una minoranza dei giovani (il 31% nella Svizzera romanda e il 46% in Ticino) dichiara di aver imparato molto alle lezioni di civica. Più incoraggiante la situazione nella Svizzera tedesca dove il tasso di soddisfazione è del 61%.


Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: community-feedback@swissinfo.ch

Condividi questo articolo