Navigazione

Saltare la navigazione

Funzionalità principali

Al servizio dei rifugiati Le giornate stracariche di Lisa

Per lei, aiutare gli altri è una seconda natura. Da un ventennio Lisa Bosia, operatrice sociale in Ticino è al servizio dei «dannati della terra». Thomas Kern, fotografo di swissinfo.ch, ha trascorso con lei la festa nazionale del primo agosto. 

Una ricorrenza che la giovane donna celebra sulla strada, in un giro di visite a questa gente che ama.

Dal 2000, Lisa lavora a metà tempo come operatrice sociale presso il Soccorso Operaio Svizzero (SOS). Oggi si consacra soprattutto ai siriani per i quali ha creato circa un anno fa, una rete di sostegno.

«Bisognava aiutare queste famiglie che da Homs si recavano dapprima in Libia da dove imbarcare alla volta della Sicilia e quindi raggiungere la Svizzera e, se possibile, il nord dell'Europa», spiega Lisa. Noi interveniamo durante la tappa a Milano laddove numerosi profughi sono ospitati nei dieci centri della città. Certi intendono stabilirsi in Svizzera dove hanno parenti, ma la maggior parte desidera proseguire il viaggio verso la Germania e la Svezia». E quando arrivano in Svizzera, trovano Lisa ad accoglierli.

(Foto: Thomas Kern, swissinfo.ch)

Neuer Inhalt

Horizontal Line


subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.