Navigazione

Saltare la navigazione

Funzionalità principali

Teatro di strada Quando il lastricato di Agaune canta

È stato in programma tutte le sere fino al 6 settembre 2015 a Saint-Maurice: «Degli uomini e dei secoli» è un pittoresco spettacolo di strada itinerante, che ha evocato i 1'500 anni dell’abbazia.

 

522: San Sigismondo, preso dal rimorso per aver fatto uccidere il figlio per una vicenda di gelosia, trova conforto nella preghiera.

 

1032: Oddone II di Blois e Corrado II il Salico, imperatore del Sacro Romano Impero, litigano come pazzi sulla bara di Rodolfo II di Borgogna per contendersi la sua successione.

 

1262: San Luigi viene a cercare la Santa Lancia di Maurizio, sicuro che gli permetterà di vincere la Crociata.

 

1800: Napoleone libera il Vallese ma vuole impadronirsi del tesoro di San Maurizio; i canonici riescono però a sottrarla con un’astuzia.

 

Nel corso di questi quattro atti, e prima del finale tra purgatorio e paradiso, la troupe del Salice Ridente ha portato il pubblico sul lastricato, nelle chiese e nelle vie del vecchio borgo di Saint Maurice.

Barocco, pittoresco e anacronistico nel buon senso del termine, lo spettacolo ha dato ampio spazio a giovani donne: l’attrice Safi Martin-Yé, che trasmetteva l’esuberanza dell’Africa (Maurizio era nero e l’abbazia è attiva nelle missioni), e la cantante di gospel Floriane Iseli, quasi sempre nell’ombra, che modulava un canto gregoriano visitato, come se fosse stata l’anima stessa dei personaggi che si esprimeva. Brividi garantiti. Della grande arte.

(testo: Marc-André Miserez, foto: Séverine Rouiller/Clin d’Oeil, Keystone)

Neuer Inhalt

Horizontal Line


subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.