Navigazione

Saltare la navigazione

Funzionalità principali

Natale si avvicina Lettere a Gesù bambino

Ai bambini non mancano di certo le idee quando si tratta di chiedere un regalo di Natale. L’anno scorso, hanno spedito più di 18'000 lettere a Gesù bambino «che sta nei cieli» o a Babbo Natale «al Polo nord». Da più di 60 anni, la Posta svizzera ha una squadra di cinque persone incaricata di rispondere.

I desideri dei bambini sono cambiati negli ultimi decenni. I pupazzi di peluche sono sempre in buona posizione. Ma sempre più spesso sulle liste si ritrovano tablet e computer. I piccoli non sognano solo gli oggetti in vendita nei negozi, ma anche un mondo più pacifico e giusto, un fratellino o una sorellina, oppure una famiglia in cui i genitori non litighino sempre.

Dal 1950, la Posta svizzera accetta  queste lettere, spesso molto colorate e costellate di errori ortografici. Se l’indirizzo può essere decifrato, ognuno riceve una risposta. Le migliaia di lettere e disegni provengono non solo dalla Svizzera, ma anche dall’estero.

(Foto prese dal libro «Briefe ans Christkind» (Lettere a Gesù bambino), Museo della comunicazione. Testo: Gaby Ochsenbein/swissinfo.ch)