Navigazione

Saltare la navigazione

Funzionalità principali

Nel segno dell'apertura

Schengen attirerà più cittadini alle urne?

(Keystone)

Il 5 giugno si voterà sull'adesione della Svizzera a Schengen e Dublino e sull'unione registrata delle coppie omosessuali.

Due temi importanti per la politica estera della Svizzera e per il rapporto tra stato e società.

Primo tema: l'Europa

Il 5 giugno la Svizzera sarà di nuovo confrontata con un voto cruciale per i suoi rapporti con l'Europa.

In seguito ad un referendum lanciato dalla destra antieuropeista, i cittadini saranno chiamati ad esprimersi sull'adesione della Svizzera ai trattati di Schengen e Dublino.

L'adesione fa parte del secondo pacchetto di accordi bilaterali tra Svizzera e Unione europea. Gli accordi di Schengen sono il quadro legale che ha accompagnato la progressiva abolizione dei controlli delle persone lungo le frontiere interne dell'Unione europea.

In cambio dell'apertura delle frontiere, essi prevedono una serie di misure per garantire la sicurezza dei paesi membri, tra cui il potenziamento dei controlli alle frontiere esterne e la possibilità di controlli d'identità all'interno dei confini nazionali.

La convenzione di Dublino vuole invece uniformare il diritto d'asilo dei paesi membri, evitando in particolare che una persona possa deporre una domanda d'asilo in vari paesi.

Oltre ai paesi dell'Unione europea, aderiscono ai trattati di Schengen e Dublino anche la Norvegia e l'Islanda.

Secondo tema: la società

Il secondo tema in votazione riguarda invece l'atteggiamento che lo stato deve assumere nei confronti delle relazioni di coppia che si pongono al di fuori della famiglia tradizionale.

Al tentativo di offrire una base legale alle unioni omosessuali, concretizzato in una legge, alcuni ambienti di ispirazione religiosa (tra cui il Partito evangelico svizzero) si sono opposti con un referendum.

La legge conferirebbe alle coppie omosessuali gli stessi diritti e doveri delle coppie sposate nell'ambito del diritto ereditario, delle assicurazioni sociali e delle pensioni. La possibilità di adozione rimane però esclusa.

swissinfo


Link

×