Navigazione

Saltare la navigazione

Funzionalità principali

Neozelandesi "al servizio" degli svizzeri

La coppa fra due timonieri, ora rivali, Coutts (a sin.) e Barker

(swissinfo.ch)

Ad Auckland, nella prima regata per la conquista della 31ma Coppa America la squadra elvetica di Alinghi si è imposta sulla rivale Team New Zealand per 1 a 0.

I neozelandesi hanno abbandonato la gara in seguito ad una sfortunata serie di pannes.

I detentori dell'ultima Coppa America, dati per favoriti, hanno rinunciato a gareggiare già dopo 25 minuti.

Dopo la prima regata, Alinghi conduce. Al team svizzero mancano tuttavia ancora quattro vittorie per conquistare il titolo, che andrebbe così per la prima volta dopo 152 anni ad una squadra europea.

La gara resta comunque avvincente anche perchè due timonieri, un tempo compagni di squadra, gareggiano ora come rivali. Il neozelandese Russel Coutts due anni fa è infatti passato al team di Alinghi e si batterà contro il suo ex delfino, il timoniere Dean Barker.

Lo skipper della squadra svizzera, è sciolto, sorridente, allegro con il resto dell'equipaggio. Doppio vincitore della Coppa, Russel Coutts è sereno e fiducioso.

Il team Alinghi ha appena concluso un mese di preparazione scrupolosa.

La squadra ha affinato tattica e manovre e i costruttori hanno modificato la barca SUI 64 per renderla più competitiva anche con i leggeri venti estivi.

"Russel Coutts freme dalla voglia di gareggiare e conquistare l'ambito trofeo", dice il gran "patron" di Alinghi, Ernesto Bertarelli, ai giornalisti svizzeri presenti ad Auckland.

Timonieri a confronto

Nel maggio del 2000 una notizia ha l'effetto di un elettrochoc: Russel Coutts lascia il Team New Zealand con numerosi compagni per unirsi alla squadra svizzera di Alinghi.

Lo Stato insulare ancora oggi non si è ripreso da questo colpo.

Sabato, i sette neozelandesi del team svizzero si batteranno contro i loro ex compagni. "Ho molti amici nella squadra Team New Zealand ed è sempre bellissimo poter gareggiare con loro", sottolinea Murray Jones.

Il pubblico non la pensa tuttavia allo stesso modo, aggiunge lo stratega di Alinghi. La lotta titanica fra le due squadre sarà anche la lotta fra due timonieri: Russel Coutts e Dean Barker.

Prima di separarsi i due avevano difeso il trofeo nel 2000. Nella gara decisiva Coutts aveva perfino ceduto il timone al suo delfino Dean Barker.

Pressioni neozelandesi

Dopo iniziali critiche e proteste nei confronti dei "disertori", Auckland ha deciso di schierarsi definitivamente dietro alla squadra di casa. Bandiere nere di sostegno al Team New Zealand sventolano un po' dappertutto nella "City of Sails": dai balconi alle automobili.

Già in precedenza, nell'ambito della campagna "Loyal" (fedele, leale) erano stati raccolti vari milioni di dollari, versati da imprese, banche e assicurazioni del Paese per finanziare il detentore del titolo.

La squadra svizzera si sente invece un po' isolata, nella lontana Nuova Zelanda. "Abbiamo bisogno di sentire che la Svizzera ci sostiene perché ho l'impressione che la superficie del mare sarà costellata di bandiere nere", confessa Ernesto Bertarelli. "Qui siamo veramente tagliati fuori dal resto del mondo. E' la difficoltà principale di questa regata a Auckland".

La stampa locale poco obiettiva

Questo clima malsano di pressioni nazionaliste è alimentato dai media locali che hanno la tendenza a non essere molto obiettivi quando si tratta di parlare di Alinghi e della Coppa America.

Numerosi ex velisti della squadra neozelandese che ora gareggiano per la Svizzera, ammettono di essere stati delusi dal comportamento di alcuni media.

Murray Jones afferma che "hanno trasmesso l'immagine di un Paese che non è sportivo e corretto nei confronti dell'avversario. Ma la maggior parte dei neozelandesi non è così".

La 31esima Coppa America verrà in ogni modo festeggiata come si deve: è prevista una festa sontuosa e il golfo di Hauraki dovrebbe essere teatro di una delle più belle sfide sportive della storia.

swissinfo, François Egger, Auckland
(traduzione: Elena Altenburger)

In breve

Il team svizzero di Alinghi è pronto a raccogliere la sfida dei neozelandesi di Team New Zealand per la conquista della Coppa America. Se la Svizzera dovesse imporsi nelle nove gare la Coppa America tornerebbe in Europa dopo 152 anni.

Fine della finestrella

Fatti e cifre

La squadra svizzera ha modificato la propria imbarcazione per renderla più competitiva
La Coppa America inizia sabato 15 febbraio e comprenderà nove regate
Alinghi ha vinto la coppa Louis Vuitton il 19 gennaio, battendo Oracle per 5 a 1 e diventando così lo sfidante ufficiale

Fine della finestrella


Link

subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.

×