Navigazione

Saltare la navigazione

Funzionalità principali

Nestlé e Novartis in piena crescita

Il 2007 si prospetta un anno da record per i due giganti elvetici

(Keystone)

Il leader mondiale del settore dell'alimentazione e il gruppo farmaceutico basilese hanno registrato un primo trimestre 2007 in netta crescita. Un risultato che va ben oltre le previsioni degli analisti.

Durante i primi tre mesi dell'anno, Nestlé e Novartis hanno registrato una cifra d'affari di rispettivamente 24 e 12 miliardi di franchi.

Il 2007 si è aperto sotto i migliori auspici per due tra le più grandi aziende svizzere attive a livello mondiale.

Al termine del primo trimestre dell'anno, il gigante dell'alimentazione Nestlé ha chiuso i conti con vendite in aumento del 6,4% per un totale di 24,25 miliardi di franchi. Un risultato che ha sorpreso in positivo tutti gli analisti.

Rispetto allo stesso periodo del 2006, la crescita organica ha raggiunto il 7,4%, di cui il 5,7% dovuto alla progressione interna reale e l'1,7% all'aumento dei prezzi, ha reso noto lunedì la società con sede a Vevey, nel canton Vaud.

«Nestlé ha registrato una partenza solida, soprattutto grazie all'eccellente performance del settore Alimentazione e bevande», ha rilevato il presidente della direzione e del consiglio di amministrazione Peter Brabeck, citato in un comunicato.

Le vendite sono aumentate in maniera particolarmente forte nelle regioni Asia, Oceania e Africa (+10,3%) e America del Nord e del Sud (+7,2%), mentre in Europa l'incremento è stato di appena l'1,9%.

Novartis in crescita in ogni divisione

Novartis - che recentemente ha ceduto la sua filiale di alimenti per neonati Gerber a Nestlé - ha realizzato un utile netto di 2,17 miliardi di dollari (2,62 miliardi di franchi). Ciò significa una crescita dell'11% rispetto ai primi tre mesi del 2006.

Il giro d'affari è salito del 18% a 9,82 miliardi di dollari (11,9 miliardi di franchi), mentre il risultato operativo (Ebit) ha raggiunto i 2,45 miliardi di dollari, pari a un incremento dell'11%.

«Tutte le divisioni - in particolare Pharmaceuticals e Sandoz - hanno raggiunto una performance eccellente», ha commentato in una nota il numero uno del gruppo, Daniel Vasella.

Gli analisti interrogati dall'agenzia Reuters avevano pronosticato un utile netto di 1,89 miliardi di dollari e un fatturato di 9,36 miliardi.

Un 2007 da record

«Ho fiducia che anche nel 2007 realizzeremo cifre record per quanto riguarda il giro d'affari e l'utile», ha osservato Daniel Vasella.

L'anno in corso si prospetta estremamente positivo anche per Nestlé, che ha confermato i propri obiettivi: una crescita organica tra il 5 e il 6% per l'insieme del gruppo.

Con l'acquisizione di Gerber, Nestlé diventerà «il leader mondiale incontestato nel settore della nutrizione, della salute e del benessere», ha indicato Peter Brabeck.

swissinfo e agenzie

I risultati del 2006

Durante l'esercizio 2006, Novartis ha visto il suo utile netto aumentare del 17% a 8,7 miliardi di franchi.

La cifra d'affari è cresciuta del 15% a 45 miliardi di franchi.

Dal canto suo, Nestlé ha registrato un incremento dell'utile del 14% a 9,2 miliardi di franchi. La cifra d'affari ha fatto un balzo avanti dell'8,1% arrivando a 98,5 miliardi di franchi.

Fine della finestrella


Link

Neuer Inhalt

Horizontal Line


swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.