Navigazione

Saltare la navigazione

Funzionalità principali

Nikolai Valuev conserva il suo titolo WBA dei pesi massimi

Valuev (a destra) ha conquistato il suo 46esimo successo consecutivo

(Keystone)

La sfida Valuev-McCline ha lasciato con l'amaro in bocca i circa 9'000 presenti sabato sera alla St. Jakobshalle di Basilea: l'americano ha dovuto gettare la spugna alla terza ripresa per una ferita.

Con questa vittoria, il colosso russo porta a 46 le sue vittorie, avvicinandosi al record di 49 successi consecutivi del mitico Rocky Marciano.

È sotto i fischi dei circa 9'000 presenti che il campione russo Nikolai Valuev è stato proclamato vincitore dell'incontro che lo opponeva allo statunitense Jameel McCline.

Era da oltre trent'anni – quando nel 1971 il 'maestro' Muhammad Ali aveva combattuto a Zurigo in un Hallenstadion stracolmo – che la Svizzera non ospitava più una grande sfida pugilistica.

Gli spettatori affluiti in una St. Jakobshalle di Basilea gremita in ogni ordine di posto malgrado il costo dei biglietti (dai 50 ai 1'100 franchi) si aspettavano un incontro all'altezza delle premesse, ma al terzo round tutte le attese sono andate in frantumi.

Lo sfidante McCline ha tentato di portare un gancio contro Valuev, ma è crollato al suolo, vittima della dislocazione della rotula del gionocchio sinistro. Lo statunitense ha cercato di rialzarsi, invano, e ha dovuto lasciare il ring su una barella.

"Sono deluso, me ne ricorderò per tutta la vita", ha dichiarato McCline, al suo terzo tentativo di conquistare il titolo dei pesi massimi versione WBA.

Una certa delusione l'ha espressa anche il colosso di San Pietroburgo: "È triste che si sia ferito; penso che gli spettatori si aspettavano un combattimento un po' più lungo", ha dichiarato Valuev.

Record di Marciano in vista

L'incontro è iniziato nel migliore dei modi. Dopo un primo round di osservazione, il campione del mondo toccava un paio di volte il suo avversario, costringendolo agli angoli.

Tuttavia, mentre tutti si attendevano che il russo prendesse velocemente il sopravvento, nella terza ripresa l'americano riusciva a portare qualche stoccata a Valuev, prima di ferirsi proprio allo scoccare del gong.

Grazie a questa vittoria, Nikolai Valuev porta a 46 il numero delle vittorie consecutive (di cui 33 per KO) in altrettanti combattimenti e si avvicina così al mitico record detenuto da Rocky Marciano, vittorioso nei suoi primi 49 incontri professionisti.

swissinfo e agenzie

Fatti e cifre

Valuev (33 anni, 2.13 metri e 150 kg) non è mai stato sconfitto in tutti i 47 incontri finora disputati (46 vittorie, 33 KO, 1 incontro senza verdetto).

McCline (36 anni, 1.98 metri e 125 kg) vanta invece un palmarès di 38 vittorie (23 KO), 7 sconfitte e 3 combattimenti finiti in parità.

Fine della finestrella

4 Federazioni internazionali

Il mondo della boxe internazionale è attualmente piuttosto confuso. Sono infatti ben quattro le federazioni internazionali riconosciute.

Ognuna di esse nomina un proprio campione in carica. Nel dettaglio:

Secondo la WBA (World Boxing Association) il campione dei pesi massimi è il russo Nikolai Valuev.

Le classifiche della IBF (International Boxing Federation) incoronano invece l'ucraino Vladimir Klitschko.

Il campione della WBC (World Boxing Council) è il kazako Oleg Makaev mentre per la WBO (World Boxing Organization) il numero uno è l'americano Shannon Briggs.

Fine della finestrella

Neuer Inhalt

Horizontal Line


subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.