Navigation

Nuove sanzioni contro lo Zimbabwe

La Svizzera ha decretato mercoledì nuove restrizioni finanziarie e di viaggio nei confronti di altre 37 persone e 4 imprese dello Zimbabwe.

Questo contenuto è stato pubblicato il 13 agosto 2008 - 17:16

Le persone e le imprese in questione si vedranno bloccare i loro averi patrimonali depositati su conti nelle banche elvetiche. Inoltre i cittadini dello Zimbabwe toccati dal provvedimento non potranno entrare o transitare in Svizzera.

Questi nominativi vanno ad aggiungersi ad una lista nella quale erano finora iscritte 131 persone.

Così facendo Berna riprende le misure adottate di recente dall'UE, rende noto mercoledì il Dipartimento federale dell'economia (DFE).

Le 37 persone e le quattro imprese inserite nella lista fanno parte dell'apparato di potere di Robert Mugabe. "Gran parte di loro sono imputate di essere responsabili della violenta campagna condotta contro gli elettori e l'opposizione in occasione delle elezioni presidenziali 2008", scrive il DFE

Attualmente sono bloccati in Svizzera due conti per un ammontare di circa 547'000 dollari.

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: community-feedback@swissinfo.ch

Condividi questo articolo

Partecipa alla discussione!

Con un account SWI avete la possibilità di contribuire con commenti sul nostro sito web e sull'app SWI plus, disponibile prossimamente.

Effettuate il login o registratevi qui.