Navigazione

Saltare la navigazione

Funzionalità principali

Nuove scaramucce tra Oracle e Alinghi

BMW Oracle ha chiesto alla Corte Suprema di New York di stabilire se Alinghi può difendere la Coppa conquistata a Valencia nel 2007. Secondo il consorzio americano, infatti, le vele utilizzate dagli svizzeri non sono conformi al regolamento.

Stando al «deed of gift» – il regolamento della competizione – le imbarcazioni che partecipano alla Coppa America devono essere infatti approntate interamente nel paese che rappresentano. Le vele utilizzate dal battello elvetico, a detta di Oracle, sarebbero invece fabbricate negli Stati Uniti.

La replica di Alinghi non si è fatta attendere. Secondo il team rossocrociato, solo la barca deve essere costruita nel paese di origine; ciononostante, si legge nella nota diffusa mercoledì, «le nostre vele sono comunque state progettate e realizzate nella Confederazione, precisamente in una veleria di Villeneuve».

Inoltre, secondo lo skipper di Alinghi Brad Butterworth, «BMW Oracle è già riuscito a eliminare 18 team sfruttando il sistema giudiziario americano per guadagnare l’accesso diretto alla finale dell’America’s Cup. Ora stanno cercando di vincere la Coppa senza aver mai regatato».

A suo parere, quest'ultima azione legale giunge proprio nel momento in cui si stava pianificando un incontro per appianare le controversie, «e ciò dimostra la loro assoluta cattiva fede. Chiaramente non sono pronti per regatare».

swissinfo.ch e agenzie


Link

Neuer Inhalt

Horizontal Line


swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.