Obbligo degli estintori per i veicoli pesanti

La proposta di equipaggiare di estintore tutti i veicoli pesanti è sul tavolo sin dal maggio del 2000 Keystone

Dopo diversi tragici incidenti e i catastrofici incendi nelle gallerie del Monte Bianco e dei Tauri (Austria), il Dipartimento federale dei trasporti (DATEC) corre ai ripari: tutti i veicoli pesanti dovranno essere dotati di estintori. Il DATEC ha posto in consultazione lunedì la relativa modifica dell'ordinanza sulle esigenze tecniche per i veicoli stradali (OETV).

Questo contenuto è stato pubblicato il 03 settembre 2001 - 17:50

Già nel maggio del 2000, dopo le sciagure del Monte Bianco e dei Tauri, la «task force» istituita dall'Ufficio federale delle strade (USTRA) aveva proposto, tra l'altro, di equipaggiare obbligatoriamente con un estintore i veicoli pesanti adibiti al trasporto di merci. In questo modo, per questi veicoli sarebbero entrati in vigore gli stessi obblighi già previsti per torpedoni e per i veicoli che trasportano merci pericolose.

L'Associazione trasporto e ambiente (ATA) vuole spingersi oltre. Preconizza l'applicazione direttamente nel motore di estintori automatici. La «task force» ha studiato l'idea, ha precisato Kurt Meyer, collaboratore dell'USTRA. Tuttavia, contro un simile equipaggiamento parlano i costi e l'ineguaglianza di trattamento tra camionisti svizzeri e stranieri.

Secondo Meyer, il costo dell'impianto di estintori integrati nel motore oscilla tra 3 e 6 mila franchi. Inoltre, non si può obbligare gli autisti stranieri ad applicare la proposta dell'ATA, che potrebbe però essere oggetto di una direttiva internazionale per il trasporto di merci pericolose. Per il momento occorre attendere i risultati della consultazione lanciata dal DATEC, che scade alla fine di novembre, ha aggiunto Meyer.

Provvedimenti per l'agricoltura

In un comunicato, il DATEC annuncia inoltre che, sempre nell'ambito delle modifiche dell'OETV, dovrebbero essere introdotte anche nuove prescrizioni sui gas di scarico per motori diesel di trattori e carri con motore. Lo scorso anno sono tra l'altro già state introdotte le nuove prescrizioni concernenti i gas di scarico dei veicoli di lavoro agricoli e i rimorchi.

swissinfo e agenzie

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: community-feedback@swissinfo.ch

Condividi questo articolo