Navigazione

Saltare la navigazione

Funzionalità principali

Olimpiadi, omosessuali e scorie radioattive

Le Olimpiadi invernali si faranno altrove

(swissinfo.ch)

Oltre alle votazioni federali, in numerosi cantoni i cittadini si sono espressi anche su temi di portata regionale o locale.

Una selezione dei risultati più interessanti.

Olimpiadi bocciate a Berna

I giochi olimpici del 2010 non si faranno a Berna. I cittadini hanno bocciato con oltre il 70% di no due crediti di 22,5 milioni chiesti dal cantone per appoggiare la candidatura della capitale. Le dolorose misure di risparmio annunciate dal cantone nei giorni scorsi e l'esempio delle centinaia di milioni supplementari per Expo 02 hanno contribuito ad affossare la candidatura. Il cantone di Berna si situa oggi fra le comunità pubbliche più indebitate del paese.

Il comitato di candidatura deciderà nei prossimi giorni, ma i suoi rappresentanti la danno già per spacciata. In corsa per i giochi olimpici invernali 2010 restano così Salisburgo (Austria), Vancouver (Canada) e Pyeongchang (Corea del sud).

Zurigo all'avanguardia per gli omosessuali

Le coppie omosessuali potranno in futuro essere registrate ufficialmente presso l'ufficio di stato civile. Il 62,7% dei votanti ha approvato la proposta, che consente di porre le coppie omosessuali sullo stesso piano di quelle eterosessuali per quanto riguarda, ad esempio, il fisco o il diritto dei pazienti.

La riforma era appoggiata dal governo e dal parlamento cantonali, ma un partito d'ispirazione biblica aveva indetto un referendum. Le modifiche introdotte si spingono oltre quelle già adottate a Ginevra e costituiscono un segnale alle autorità federali, chiamate prossimamente a esaminare una riforma dei diritti delle coppie omosessuali sul piano nazionale.

No alle scorie radioattive al Wellenberg

Nuova bocciatura popolare al progetto per un futuro deposito di scorie debolmente e mediamente radioattive sotto il colle del Wellenberg, nel comune di Wolfenschiessen. Gli elettori di Nidwaldo hanno respinto con il 57,5 per cento di 'no' il progetto per una galleria di sondaggio per il deposito di scorie. La partecipazione ha raggiunto il 71,3 per cento.

Gli elettori del cantone avevano già bocciato nel 1995 il progetto per un deposito di scorie nucleari al Wellenberg, ma i suoi promotori sono ritornati all'attacco, chiedendo questa volta una concessione per la realizzazione di una galleria di sondaggio.Se fosse stata realizzata, la galleria avrebbe dovuto stabilire l'idoneità del sito. E per la realizzazione del deposito vero e proprio sarebbe stata in ogni caso necessaria una nuova votazione.

Con 11'112 schede contrarie e 8204 favorevoli, i nidwaldesi hanno tuttavia respinto anche questo proposta, sconfessando il governo cantonale.

Attualmente le scorie debolmente e mediamente radioattive prodotte nelle centrali nucleari svizzere vengono stoccate nei depositi intermedi delle centrali medesime.

swissinfo

Neuer Inhalt

Horizontal Line


swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.