Navigazione

Saltare la navigazione

Funzionalità principali

Ottmar Hitzfeld allenerà la nazionale svizzera di calcio

Presto dirà addio al Bayern di Monaco per andare ad allenare la nazionale elvetica

(Keystone)

Colpo grosso per l'Associazione svizzera di football: la nomina di Ottmar Hitzfeld alla successione di Köbi Kuhn alla testa della nazionale è ormai solo una formalità.

Hitzfeld è anche colui che ha reso Stéphane Chapuisat il migliore giocatore svizzero degli ultimi anni. Il romando traccia il ritratto del suo ex allenatore.

Gli appassionati di calcio del paese ancora non riescono a crederci: dall'estate prossima Ottmar Hitzfeld, uno dei più grandi allenatori sul mercato, siederà sulla panchina della nazionale rossocrociata.

L'Associazione svizzera di football ha reso noto domenica sera di avere raggiunto un'intesa con il tedesco su tutti gli elementi essenziali dell'accordo di ingaggio.

Il contratto non è ancora stato firmato, ma l'assunzione dell'attuale allenatore della blasonata squadra del Bayern di Monaco è ormai cosa fatta. Tutto dovrebbe essere risolto entro fine mese.

Un albo d'oro esemplare

Il noto allenatore ha portato sei volte le sue squadre alla conquista del campionato tedesco e in due occasioni - nel 1997 e nel 2001 - ha vinto la Champions League. Titoli importanti, per i quali è anche stato insignito del titolo di "Allenatore dell'anno".

Fra coloro che in campo hanno messo in pratica i saggi consigli di Hitzfeld, si annovera anche lo svizzero Stéphane Chapuisat, ex giocatore di punta del Borussia Dortmund, entrato nel cuore dei tifosi del club tedesco grazie alle sue impareggiabili reti, ma anche al suo stile semplice e alla sua capacità di anticipare le gesta degli avversari.

"Molto grintoso e in grado di raggiungere il successo": così "Chappi" definisce il nuovo commissario tecnico della nazionale elvetica. Il 39enne romando ricorda però anche le capacità umane del suo ex allenatore: "Con i suoi giocatori, Hitzfeld stabilisce ottimi contatti. Uno suoi punti forti è proprio quello di sapere come affrontare ogni singolo atleta", dice Chapuisat a swissinfo.

Mondiali in Sudafrica

Per Chapuisat, il nome di Hitzfeld è sinonimo di successo e di gioco offensivo. Ciò che trasmette ai giocatori può sembrare banale ma è quanto differenzia il buon allenatore dal grande allenatore: "Hitzfeld sa come si vincono le partite.

Sul futuro della nazionale, il calciatore losannese ha le idee in chiaro riguardo al ruolo del nuovo commissario tecnico: "L'importante è che grazie alla sua grinta sappia qualificare la Svizzera per i campionati mondiali del 2010 in Sudafrica", afferma.

La nomina del tedesco alla testa della nazionale non è stata accolta con entusiasmo soltanto da Chapuisat. Anche Tranquillo Barnetta, Alex Frei, Marco Streller e Hakan Yakin sono felici per questa scelta.

Comunicazione

Come si integrerà Hitzfeld, che non parla il francese, nell'importante fazione romanda della nazionale elvetica? Per Stephane Chapuisat non ci saranno problemi di comunicazione: "La maggior parte dei calciatori della Svizzera romanda parla anche il tedesco o l'inglese", sottolinea.

Inoltre, fra i suoi collaboratori, il nuovo commissario tecnico nominerà anche un francofono: "Al giorno d'oggi non è quindi più anodino che un allenatore non parli la lingua madre di tutti i suoi giocatori", afferma.

Chapuisat è rimasto in contatto con l'allenatore, che ne ha plasmato la carriera di calciatore. I due si sono incontrati l'ultima volta lo scorso mese di settembre. "Abbiamo passato periodi belli e pieni di successo insieme", ricorda il losannese, "fra noi vi è sempre stato reciproco rispetto".

Per l'ex star elvetica del pallone, uno dei lati migliori del mondo del calcio è proprio il fatto di mantenere le relazioni anche al termine della carriera.

swissinfo, Renat Künzi
Traduzione, Anna Passera

Ottmar Hitzfeld

È nato nel 1949 a Lörrach, in Germania, nei pressi del confine con la Svizzera.

Attualmente, e fino all'inizio del mese di giugno, allena la squadra del Bayern di Monaco.

Dal mese di luglio Hitzfeld allenerà per la prima volta una squadra nazionale: la Svizzera.

Quando giocava nel FC Basilea, ha vinto il campionato svizzero nel 1972 e nel 1973. Sempre nel 1973, con 18 reti al suo attivo, è stato incoronato miglior marcatore dell'anno.

Nelle vesti di allenatore del Grasshopper ha vinto due campionati (1990 e 1991). Ha anche vinto tre volte la Coppa svizzera di calcio.

Nella Bundesliga tedesca, Hitzfeld ha vinto finora due campionati con il Borussia Dortmund e quattro con il Bayern di Monaco.

I suoi più grandi successi sono stati la conquista della Champions League nel 1997 e nel 2001, anni in cui è anche stato insignito del titolo di "Allenatore dell'anno".

Fine della finestrella


Link

Neuer Inhalt

Horizontal Line


subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.

swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

×