Navigation

Skiplink navigation

Patrouille des Glaciers: esercito sospende collaborazione

Qualche ombra sulla Patrouille des Glaciers. KEYSTONE/FABRICE COFFRINI sda-ats
Questo contenuto è stato pubblicato il 21 novembre 2020 - 16:02
(Keystone-ATS)

L'esercito, con una lettera datata 6 novembre, ha temporaneamente sospeso la collaborazione con l'Associazione di sostegno, gestione e promozione della Patrouille des Glaciers (ASPDG).

Sono in corso discussioni tra le due parti. A preoccupare sarebbero questioni di gestione finanziaria.

Renato Kalbermatten, responsabile della comunicazione presso il Dipartimento federale della difesa, della protezione della popolazione e dello sport (DDPS), ha confermato a Keystone-ATS la sospensione temporanea della collaborazione, di cui hanno dato notizia oggi i quotidiani romandi Le Nouvelliste, 24 Heures e La Tribune de Genève. Ha anche confermato che ci sono stati scambi tra le due parti, senza però fornire ulteriori informazioni.

Interrogato sulle ragioni del provvedimento, Kalbermatten ha risposto che "l'associazione ha problemi interni e vorremmo che li risolvesse". "Poi continueremo a lavorare insieme", ha affermato, aggiungendo che l'esercito non ha fissato ad ASPDG scadenza alcuna.

Il responsabile della comunicazione ha anche assicurato che l'esercito rimane aperto e pronto ad organizzare la prossima edizione della prestigiosa competizione di scialpinismo tra Zermatt (o Arolla/VS) e Verbier (VS).

Gestione finanziaria

Secondo le informazioni pubblicate su Le Nouvelliste, 24 Heures e La Tribune de Genève, all'interno dell'ASPDG sono emersi interrogativi sulla gestione finanziaria del suo comitato direttivo, composto di cinque membri. Inoltre, vi sarebbero tensioni all'interno dell'associazione, che da luglio ha cambiato per tre volte il presidente, e i revisori dei conti avrebbero ricevuto documenti richiesti nel mese di agosto solo questa settimana.

L'ASPDG, sovvenzionata da diversi enti pubblici tra cui il Canton Vallese e la Confederazione, gestisce gli sponsor della gara, mentre l'esercito la organizza. Attualmente, l'ASPDG pare generare parecchi soldi. Secondo un accordo, la Confederazione ha un diritto di verifica sulle finanze, poiché l'associazione opera grazie a un'attività organizzata dall'esercito, e quindi finanziata dai contribuenti.

Condividi questo articolo