Phonak, la marca svizzera vincente

Floyd Landis festeggia la sua vittoria al Tour Keystone

Domenica l'americano Floyd Landis, della squadra svizzera Phonak, ha vinto la 93esima edizione del Tour de France.

Questo contenuto è stato pubblicato il 23 luglio 2006 - 19:26

Andy Rihs, proprietario di Phonak, realizza così il suo sogno e offre anche un bel colpo pubblicitario alla sua impresa di apparecchi uditivi. Una prima per una ditta elvetica.

Floyd Landis, succede a Lance Armstrong nell'Olimpo del Tour de France, un'eredità pesante quella ripresa dal compatriota Amstrong, vincitore di ben sette edizioni consecutive.

Landis è il terzo americano a riportare una vittoria al Tour. Domenica sugli Champs-Elysées, ha concluso una folle gara segnata da numerosi alti e bassi, e da un certo ritorno alla tradizione.

L'edizione del 2006, disputata in assenza di Amstrong, ritiratosi dalle competizioni l'anno scorso, ha riportato infatti un po' di suspense sulla Grande Boucle, che era caduta in una certa routine, a causa della continua imbattibilità del texano.

Floyd Landis, trentenne originario della Pennsylvania, dopo la squalifica per doping dei favoriti - Jan Ullrich e Ivan Basso - ha ridato verve alla gara.

Si cambia musica

Chi può citare a memoria il nome di una compagnia che produce apparecchi uditivi? Se non fosse per lo sponsoring al ciclismo, pochi saprebbero che cos'è la Phonak.

Dopo sette anni d'investimenti nel ciclismo, la compagnia elvetica, numero tre al mondo, dall'anno prossimo lascerà però lo sponsoring sportivo per lanciarsi in quello musicale.

"Un campo più vicino ai nostri prodotti", ha spiegato Heinz Nicklaus, manager di Phonak in alcune interviste. L'impresa elvetica ha tra i suoi obiettivi quello di diventare numero uno al mondo nel settore degli apparecchi uditivi, e se un giorno ci riuscirà, il ciclismo avrà contribuito notevolmente al risultato.

Andy Rihs, proprietario di Phonak, è un grande appassionato di ciclismo, e grazie allo sponsoring, è riuscito a dare visibilità mondiale ai suoi prodotti.

Il suo scopo è stato sin dall'inizio una vittoria al Tour de France, che resta l'evento sportivo più mediatizzato, dopo i Giochi olimpici e il Mondiale di calcio.

Dopo una lotta molto serrata e una crisi tremenda in cui sembrava spacciato, Landis ha coronato il suo sogno, scatenandosi sul Col de Saisies e proseguendo in testa sul terribile Col de Joux Plane. Per tre volte ha ripreso la maglia gialla e si è rimesso in lizza per la vittoria finale.

Carta etica, con qualche eccezione

La prima partecipazione di Phonak alla Grande Boucle è stata nel 2004, con l'americano Tyler Hamilton.

Tra le iniziative della squadra di ciclismo Phonak c'è stata anche una Carta etica per un ciclismo pulito. La dichiarazione prevedeva che gli atleti coinvolti in storie di doping non venissero assunti, o che venissero licenziati se risultavano positivi ai test.

Nonostante il manifesto dei principi morali, nel 2003 Rihs ha ingaggiato però Alex Zülle, che aveva ammesso di aver assunto sostanze vietate nel 1998.

Dal 2004 altri professionisti della Phonak sono stati squalificati per doping: Oscar Camenzind, Tyler Hamilton, Santiago Perez, Sascha Urweider.

La Phonak quest'anno ha sospeso dal Tour de France Santiago Botero e José Ivan Gutierrez, coinvolti nella grande inchiesta spagnola sul doping.

swissinfo e agenzie

Fatti e cifre

1. Nella classifica generale: Floyd Landis (USA).
2. Oscar Pereiro (Spagna) a 59''.
3. Andreas Klöden (Germania) a 1'29''.

End of insertion

In breve

L'americano Floyd Landis (Phonak) ha riportato la vittoria al Tour de France di ciclismo.
La 93esima edizione contava 20 tappe. L'ultima, 152 chilometri tra Sceaux-Antony e Parigi è stata vinta dal norvegese Thor Hushovd, davanti agli australiani Robbie McEwen e Stuart O'Grady, a pari tempo.
Nel 2005 la Phonak era arrivata al 6. posto al Tour de France.
Phonak è la squadra che finanziariamente ha avuto i guadagni maggiori al Tour de France.

End of insertion

La passione della bici

Andy Rihs, presidente di Phonak, fabbricante zurighese di apparecchi uditivi, progetta, tra 4–5 anni, un'entrata in Borsa dell'altra sua compagnia BMC Trading, che produce biciclette.

La squadra Phonak corre su biciclette BMC. La fabbrica ha sede a Grenchen (nel cantone Soletta).

Secondo Rihs, la compagnia potrebbe raggiungere vendite pari a 25 milioni di franchi nel 2006, e in seguito crescere del 50% circa in media all'anno.

End of insertion

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: community-feedback@swissinfo.ch

Condividi questo articolo