Navigazione

Saltare la navigazione

Funzionalità principali

Più collaborazione per favorire le esportazioni

Diverse strutture sono chiamate a collaborare per favorire le esportazioni svizzere

(Keystone)

Per facilitare il commercio verso l'estero, l'OSEC sottolinea l'importanza di coordinare i diversi interventi.

Al momento attuale, circa 5'000 PME svizzere necessitano di un sostegno per esportare.

L'Ufficio svizzero per l'espansione commerciale (OSEC) ha chiuso i conti 2004 con un risultato leggermente positivo, pari a 48'000 franchi. I versamenti della clientela sono diminuiti del 18% a 6,3 milioni di franchi, flessione attribuita in parte alla cessazione delle giornate di formazione, ha indicato giovedì l'organizzazione.

I sussidi provenienti dalla Confederazione ammontano a 17 milioni e altri 1,5 milioni provengono dai contributi dei membri. Stando al direttore Daniel Küng, l'OSEC si sta muovendo verso una maggiore cooperazione, volta a favorire le esportazioni.

Küng, in carica dall'estate 2004, intende trasformare l'OSEC in una specie di «eBay della promozione economica esterna della Svizzera», semplificando le strutture e le procedure burocratiche. Per aumentare l'efficienza, 1,5 milioni di franchi sono già stati trasferiti dall'organizzazione interna alla rete esterna. Sono stati inoltre ridotti posti di lavoro, cancellate funzioni centrali e riuniti i comparti «esposizioni» e «consulenza».

Potenziale da sfruttare

La Svizzera conta 20'000 piccole e medie imprese svizzere (PME), di cui solo i tre quarti sono attive nel campo dell'esportazione. Di conseguenza, secondo l'OSEC, è importante aumentare il sostegno a chi non ha ancora imboccato la via dell'espansione fuori dai confini nazionali.

Per questo motivo, l'OSEC intensificherà la collaborazione con gli altri organi attivi nella promozione economica: sarà riesaminata la rete di Swiss Business Hubs e, se necessario, adattata alle esigenze degli esportatori.

A inizio anno, un rapporto dell'Ufficio federale per il controllo delle finanze aveva indicato la scarsa coordinazione quale principale lacuna dell'OSEC, pur riconoscendo che le difficoltà in questo ambito sono molte a causa delle numerose forze in gioco. Le responsabilità sono infatti suddivise tra l'OSEC, il Segretariato di Stato dell'economia (Seco) e il Dipartimento federale degli affari esteri (DFAE).

swissinfo e agenzie

Fatti e cifre

La Svizzera ha esportato nel 2004 beni e servizi per 140 miliardi di franchi.
La bilancia commerciale chiude con un'eccedenza di 9,31 miliardi di franchi; nel 2003 era stata di 6,88 miliardi.
L'industria chimica, quella alimentare, la metalmeccanica e l'orologeria hanno fatto da traino.

Fine della finestrella


Link

×