Navigazione

Saltare la navigazione

Funzionalità principali

Più veloci sullo Jungfraujoch

Oggi occorre più di un'ora e mezza per giungere sullo Jungfraujoch con il treno cremagliera

(Keystone)

Le Ferrovie della Jungfrau stanno pianificando la costruzione di un mezzo di trasporto veloce per salire sullo Jungfraujoch attraverso la valle di Lauterbrunnen.

La fondazione svizzera per la protezione e la cura del paesaggio teme che la costruzione avrà effetti negativi sull'ambiente.

La nuova via verso la celebre montagna fornirebbe nuove prospettive di crescita e permetterebbe di migliorare l'attrattiva della regione, hanno indicato martedì le Ferrovie della Jungfrau, precisando che il nuovo mezzo di trasporto non sostituirà ma si affiancherà allo storico treno a cremagliera.

Il gruppo ha ordinato ad un atelier d'ingegneria bernese uno studio di fattibilità per stabilire quale dovrà essere questo nuovo mezzo di trasporto. Attualmente si ipotizza un ascensore veloce o una funicolare sotterranea che partirebbe direttamente dalla valle di Lauterbrunnen.

Il collegamento previsto, di 6 chilometri, sarebbe il più lungo di questo tipo al mondo e renderebbe possibile effettuare un'escursione allo Jungfraujoch anche avendo solo mezza giornata a disposizione.

Esami preliminari

Prima di poterlo realizzare però, il gruppo dovrà ancora chiarire diversi punti in stretta collaborazione con la regione e le organizzazioni interessate.

Sarà inoltre necessario effettuare degli esami geologici, così come delle sperimentazioni mediche per determinare le conseguenze sulla salute di questa ascesa. In circa venti minuti il turista percorrerebbe infatti ben 2600 metri di dislivello, per culminare, sulla Jungfraujoch a 3500 metri d'altezza. Attualmente, con il treno a cremagliera, il tragitto dura più di un'ora e mezza.

I costi del progetto dovrebbero aggirarsi fra i 160 e i 200 milioni di franchi. La società non ha ancora deciso se ricorrerà o meno a prestiti, ha indicato la sua portavoce Kathrin Naegeli. Il cash-flow annuale delle Ferrovie della Jungfrau è di circa 40 milioni di franchi. I lavori non cominceranno prima di sei anni.

Scetticismo

Secondo i fautori del progetto, la nuova costruzione non metterà in pericolo le zone di alta montagna, attualmente protette e iscritte al patrimonio dell'UNESCO.

Ma la fondazione svizzera per la protezione e la cura del paesaggio (FSCP) reagisce con scetticismo al progetto di costruzione sullo Jungfraujoch.

Teme infatti un aumento della pressione sul paesaggio e la crescita di attività di svago nella regione Jungfrau-Aletsch-Bietschhorn, iscritta al patrimonio dell'UNESCO. Lo ha affermato la portavoce della FSCP, Christine Neff.

swissinfo e agenzie

Storia della Ferrovia

Il treno a cremagliera parte dalla Kleine Scheidegg attraverso l'Eiger, il Mönch fino alla Jungfraujoch (3454 mslm). Il tragitto è lunga circa nove chilometri.

I lavori di costruzione sono cominciati 112 anni fa. Alla costruzione parteciparono molti lavoratori italiani. La linea è stata inaugurata nel 1912 ed è la più alta d'Europa.

Nel 2007, 703'000 persone sono salite sullo Jungfraujoch (+12,8% rispetto all'anno prima). Si tratta del numero più alto di visitatori nei 95 anni di storia delle Ferrovie della Jungfrau.

Fine della finestrella
(swissinfo.ch)


Link

Neuer Inhalt

Horizontal Line


subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.

swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

×