Navigazione

Saltare la navigazione

Funzionalità principali

Pirellone, ancora incertezza

Nessuno può ancora dire perché il piccolo aereo è andato a sbattere contro il grattacielo Pierelli

(Keystone)

Dopo il momento della paura, l'ora delle interpretazioni sulle cause dell'indicente aereo. E l'ipotesi dell'incidente sembra prevalere su quella del suicidio.

Il piccolo aereo da turismo che si è schiantato contro il Pirellone di Milano sta sollevando discussioni e polemiche; tra gli addetti ai lavori come tra i pensionati in strada, tra gli amministratori locali di Milano e della Lombardia come tra quanti conoscevano bene Luigi Fasulo, 67 anni, cittadino elvetico, ai comandi del Commander Rockwell.

Non fu terrorismo...

L'ipotesi iniziale - l'attentato terroristico - avallata in un primo momento addirittura dal presidente del Senato, Marcello Pera, è stata immediatamente smantellata dagli inquirenti. I pareri contrastanti riguardano solo l'alternativa tra incidente fortuito e suicidio.

In effetti, la precisione con cui l'aereo ha centrato il 26mo piano dell'unico grattacielo in un raggio di chilometri lascia interdetti, e fa sospettare a molti che si sia trattato di un impatto volontario. Il presidente della Regione Lombardia, Roberto Formigoni, ha invitato a non tralasciare l'ipotesi del suicidio. Mentre il sindaco di Milano, Mario Albertini, sembra propendere ancora più nettamente per l'idea di un atto volontario di una mente non perfettamente padrona di sé.

...e forse nemmeno suicidio

Totalmente opposto il pare della famiglia e dell'abituale compagno di volo di Luigi Fasulo. La moglie, intervistata da Radio Capital, ha raccontato che il marito non era affatto preoccupato. Ha invece confermato le recenti difficoltà finanziarie, a causa di "certi italiani che ci hanno fregato; invece di pagarci ci hanno dato cambiali che non valgono niente". Difficoltà, comunque, non tali da indurre a pensieri estremi.

Gli inquirenti sono invece perentori. Per il procuratore generale di Milano, Gerardo D'Ambrosio, l'ipotesi del suicidio è la meno probabile. E il prefetto, Bruno Ferrante, ha da parte sua concluso che ragionevolmente si può parlare di incidente le cui cause verranno accertate con attenzione.

La dinamica è strana anche per il ministro Lunardi, che venerdì ha riferito in parlamento. Luigi Fasulo era infatti considerato un pilota abbastanza esperto, ma anche abituato a manovre non sempre ortodosse. Nel tentativo di sbloccare manualmente il carrello potrebbe essere finito fuori rotta e a una quota pericolosamente bassa, quasi senza accorgersene.

Voli privati, un problema

L'incidente di giovedì, avvenuto pochi mesi dopo il terribile disastro provocato, a Linate, da un jet privato che attraversava la pista di decollo degli aerei di linea - ha riproposto il problema del mutamento di regole nel traffico aereo e del conseguente aumento dei voli privati. L'assessore ai trasporti della Regione Lombardia, Massimo Corsaro, non esclude infatti che si possa arrivare ad escluderli dall'aeroporto di Linate.

Francesco Darovio

Neuer Inhalt

Horizontal Line


subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.

swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

×

In evidenza