Navigazione

Saltare la navigazione

Funzionalità principali

Il bilancio di Eveline Widmer-Schlumpf «Ho dovuto affrontare una sfida dopo l’altra»

Con la fine del 2015 termina anche la carriera politica di Eveline Widmer-Schlumpf. Dopo otto anni di governo, la consigliera federale lascia il Dipartimento delle finanze e ritorna nel suo cantone, i Grigioni. Nell’intervista rilasciata alla Radiotelevisione della Svizzera italiana, ripercorre le tappe salienti della sua esperienza governativa.

Eletta nel 2007 al posto del leader dell’Unione democratica di centro (UDC) Christoph Blocher, Eveline Widmer-Schlumpf non ha avuto vita facile in Consiglio federale. Esclusa dall’UDC per aver accettato l’elezione, ha dovuto subire i continui attacchi dei suoi ex compagni di partito, che l’hanno definita una «traditrice», poi ha dovuto far fronte agli attacchi alla piazza finanziaria elvetica e al salvataggio dell’UBS, fino alla soppressione concordata del segreto bancario per i clienti stranieri.

Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

swissinfo.ch e tvsvizzera.it (TG del 29.12.2015)

Neuer Inhalt

Horizontal Line


subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.

swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

×