Navigazione

Saltare la navigazione

Funzionalità principali

Primo agosto: come si festeggia all’estero?

L’inno nazionale elvetico sta per risuonare ai quattro angoli del mondo. Cantato da un coro di bambini sudafricani o eseguito da una fanfara militare dello Sri Lanka.

L’occasione per la Svizzera di ricordarsi dei suoi numerosi cittadini espatriati e dei paesi che li ospitano.

A Parigi, l’ambasciata ha organizzato un vero e proprio ricevimento. Nel paese della gastronomia, gli ospiti potranno gustare carne secca dei Grigioni, raclettes o salsicce. Un organetto proporrà canzoni francesi e svizzere. Presente pure la consigliera federale Micheline Calmy-Rey.

La tradizionale emissione speciale della televisione svizzera consacrata alla festa nazionale sarà trasmessa proprio dalla capitale francese. Il programma sarà sotto il segno di Napoleone e dell’atto di mediazione.

Primato a Berlino

Come al solito, l’appuntamento a Berlino sarà tra i più imponenti. Nei saloni dell’ambasciata si ritroveranno ben 900 invitati.

Ospite d’onore in rappresentanza della Svizzera: il cantone di Basilea. Per l’occasione è stato preparato un “läkerli” (tipico biscotto basilese) gigante di 4.5 metri di lunghezza, 1.4 metri di larghezza ed un metro di spessore. Un immenso dolce che dovrebbe entrare nel Guinness dei primati.

Alcuni paesi hanno anticipato i festeggiamenti in ragione delle vacanze. Nello Sri Lanka, ad esempio, il primo agosto è stato anticipato al 22 luglio. Circa 300 invitati hanno potuto gustare dei piatti tradizionali dell’isola asiatica, ma non hanno mancato di fare onore a vini e salsicce elvetiche.

In Italia, a Roma, un cenone ha onorato la ricorrenza già a fine giugno. In Austria l’appuntamento è stato animato da invitati particolarmente vogliosi di cantare l’inno nazionale ed altre canzoni tradizionali.

Raclette a Pretoria

In Sudafrica, a Pretoria, raclette e vini locali la faranno da padrone. Un coro di bambini intonerà “Sur nos monts…” davanti ai 350 invitati alla festa organizzata dall’ambasciata.

A Buenos Aires, gli invitati al ricevimento ufficiale saranno invece 600. Il giorno dopo la comunità svizzera in Argentina darà vita ad un’ulteriore festa.

Al club svizzero di Washington infine ci si ritroverà immersi in sapori elvetici gustando bratwurst o cervelat. Il 2 agosto, l’ambasciata accenderà poi un falò in onore dei suoi 700 ospiti mentre questi ultimi ascolteranno un messaggio (registrato) del presidente della Confederazione.

swissinfo e agenzie

subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.

×