Navigazione

Saltare la navigazione

Funzionalità principali

Primo presidente della Confederazione in Norvegia

Il presidente della Confederazione Kaspar Villiger

(Keystone)

Kaspar Villiger sarà ad Oslo il 27 e 28 maggio per una visita ufficiale. Il paese scandinavo è membro dello SEE ma, come la Svizzera, non dell'UE.

Si tratta di una prima assoluta: mai un presidente della Confederazione si era recato in Norvegia. Al centro dei colloqui vi saranno temi di politica europea e le relazioni bilaterali nel quadro dell'adesione della Svizzera all'ONU.

La visita avverrà su invito del governo norvegese. Villiger incontrerà il primo ministro Kjell Magne Bondevik, il ministro delle finanze Per-Kristian Foss e sarà ricevuto da re Harald V.

UE già bocciata due volte

La Norvegia, Stato membro dello Spazio Economico Europeo (SEE), è un partner importante della politica europea della Svizzera, tanto più che gli accordi bilaterali tra la Svizzera e l'Unione Europea (UE) sono validi dal 1° giugno anche nelle relazioni con gli Stati SEE.

Il presidente della Confederazione e il primo ministro norvegese discuteranno in concreto di negoziati bilaterali II, delle esperienze della Norvegia relative all'adesione a Schengen/Dublino, dell'estensione dell'UE e delle relazioni con i paesi terzi dell'AELS.

Entrambi gli Stati non sono membri dell'UE. Nel 1972 e nel 1994 i cittadini norvegesi hanno respinto l'adesione all'UE con una maggioranza risicata. Per questo motivo, con Villiger si vogliono approfondire in modo puntuale le relazioni con l'UE.

Maggior collaborazione nell'ambito dell'ONU

Il secondo tema centrale dell'incontro con il primo ministro norvegese è costituito dalle esperienze della Norvegia come membro dell'ONU e dalle priorità della Svizzera in seno all'ONU, che sono sanzioni più efficienti e mirate, affermazione del diritto internazionale umanitario, rafforzamento della sicurezza delle persone (ad es. per quanto concerne le mine, le armi di piccolo calibro).

Nell'ambito dell'adesione all'ONU la Svizzera consoliderà la collaborazione con i Paesi, come la Norvegia, che condividono le sue stesse posizioni.

Il colloquio dovrà fornire anche l'opportunità di discutere sulla lotta internazionale al terrorismo e sui rapporti bilaterali.

swissinfo e agenzie

Neuer Inhalt

Horizontal Line


subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.

swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

×

In evidenza