Navigazione

Saltare la navigazione

Funzionalità principali

Qualità dell'ambiente: Svizzera in buona posizione

La Svizzera si distingue per la gestione dei rifiuti e specialmente per la raccolta delle bottiglie di PET

(Keystone Archive)

La qualità dell'ambiente in Svizzera è buona, sebbene gli investimenti in questo settore siano inferiori alla media di altri quattro paesi europei.

Per l'ambiente, ogni anno la Confederazione spende 71 franchi pro capite. È quanto risulta da uno studio ordinato dall'Ufficio federale dell'ambiente (UFAFP) per paragonare il suo lavoro con quello delle autorità di Germania, Olanda, Inghilterra e Danimarca. La Svizzera spende così 22 franchi in meno rispetto alla media dei cinque paesi oggetto dello studio, rileva l'UFAFP.

La Danimarca realizza il miglior risultato in fatto di qualità. La Svizzera è al secondo posto. L'Inghilterra è invece il paese che ha investito di meno e ottiene il risultato qualitativo meno buono.

I punti a favore della Svizzera concernono soprattutto la gestione dei rifiuti e dell'impiego di pesticidi, nonché la buona qualità dell'aria. In questo campo, la Confederazione vanta il valore d'emissione più basso di inquinanti classici, come gli ossidi si zolfo e quelli di azoto.

Meno bene per quanto concerne il trattamento dell'acqua: in questo settore, la Svizzera figura dietro Danimarca e Germania, mentre per quanto concerne la protezione contro i rumori è soltanto quarta. È invece prima, a pari merito con la Germania, nella protezione delle specie animali minacciate.

Secondo l'inchiesta, l'UFAFP ha meno collaboratori rispetto alla media dei cinque paesi. Tuttavia, i suoi costi di personale e d'infrastruttura sono superiori. Ciò è dovuto all'elevato livello dei salari e del costo della vita.

swissinfo e agenzie

Neuer Inhalt

Horizontal Line


swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.