Radici polinesiane Keanu Reeves inaugura l’esposizione Gauguin

Codice da incorporare

Perché la Fondazione Beyeler ha ingaggiato l’attore hollywoodiano Keanu Reeves per aprire la sua nuova esposizione dedicata al maestro francese dell’impressionismo? (SRF/swissinfo.ch)

Nessun altro artista è così intimamente legato al Pacifico meridionale, e a Tahiti in particolare, dell’artista francese del XIX secolo. Dal canto suo Keanu Reeves, conosciuto soprattutto per i suoi film d’azione, è anche un appassionato d’arte. È stato invitato all’inaugurazione dell’esposizione per i suoi legami con la Polinesia. Suo padre è infatti di origine hawaiana.

La Fondazione Beyeler di Basilea espone circa 50 opere di Gauguin, tra cui quelle dipinte a Tahiti, dove il pittore si trasferì nel 1891. Scelse di vivere con gli autoctoni, lontano dalla capitale Papeete, dove risiedevano molti coloni europei. I suoi quadri di Tahiti, che rappresentano principalmente delle tahitiane dai capelli di giada, sono celebri per l’utilizzazione audace dei colori e del simbolismo.

Gauguin giustificò la sua partenza per i tropici dicendo di voler fuggire la civilizzazione europea e «tutto ciò che è artificiale e convenzionale».

Keanu Reeves ha spiegato alla televisione pubblica SRF i suoi legami con l’opera di Gauguin. Un pittore che apprezza per la sua volontà di resistere alla moda.