Navigazione

Saltare la navigazione

Funzionalità principali

Redditi in aumento nel mondo agricolo

Il prezzo elevato dei porcellini ha avuto ripercussioni positive sugli allevatori

(Keystone)

Lo scorso anno, i contadini svizzeri hanno guadagnato di più rispetto al 2003. Un aumento ottenuto grazie alle condizioni metereologiche e ai mercati favorevoli.

L’Unione svizzera dei contadini si dichiara soddisfatta dei risultati ottenuti ma mette in guardia sugli eccessivi entusiasmi.

«Il 2004 è stata una buona annata per l'agricoltura». E’ quanto ha affermato lunedì in un comunicato dalla Stazione federale di ricerca in economia e tecnologia agricole (FAT), con sede a Tänikon, nel Canton Turgovia.

Il reddito del mondo agricolo è infatti migliorato, raggiungendo i 62'300 franchi per azienda, contro i 53'000 in media degli anni 2001-2003 (+17,5%).

Per unità lavorativa il reddito è stato di 41'200 franchi, contro i 32'200 del triennio precedente (+28%).

Condizioni favorevoli

Il buon risultato si spiega con le condizioni meteo propizie.

Dopo la forte siccità del 2003, che aveva comportato perdite rilevanti, soprattutto nel settore della produzione vegetale, il 2004 è stato contrassegnato da migliori raccolti per le grandi colture.

Anche i prezzi soddisfacenti per la frutta e una forte produzione di foraggio hanno permesso di migliorare la situazione economica dei contadini elvetici. L’aumento della produzione di latte ha invece potuto compensare solo parzialmente la diminuzione dei prezzi dei prodotti.

«Il reddito lordo della produzione bovina è migliorato», hanno inoltre sottolineato gli esperti federali.

Per chi si occupa invece di maiali, il prezzo dei porcellini ha avuto ripercussioni positive per i loro allevatori, ma negative per chi pratica l’allevamento da ingrasso.

«Pur avendo superato il livello dei tre anni precedenti, il reddito non ha tuttavia raggiunto i risultati del 2000, quando era stato di 64'675 franchi per azienda», ha rilevato la FAT.

I risultati dettagliati saranno resi noti a fine agosto 2005.

USC soddisfatta ma prudente

L’Unione svizzera dei contadini (USC) ha espresso la propria soddisfazione per i risultati ottenuti, ritenuti necessari per assicurare prospettive favorevoli alle famiglie e ai giovani.

Ha però sottolineato il proprio rammarico per l’andamento dell’economia lattiera - «il settore produttivo più importante» - dove la situazione si è fatta più aspra e non permette di ridurre il prezzo del latte.

I risultati provvisori divulgati dalla FAT sono «rallegranti e relativamente ottimistici», ma ciò non significa, secondo l’USC, che il mondo agricolo abbia superato tutti gli ostacoli e non ci si deve abbandonare a eccessivi entusiasmi di fronte alla future riforme.

L'attesa abolizione del contingentamento lattiero, la Politica agricola 2011 e il negoziato in seno all'Organizzazione mondiale del commercio (OMC) «avranno conseguenze radicali», ritiene infatti l'USC.

swissinfo e agenzie

Fatti e cifre

Nel 2004, il reddito agricolo è aumentato di quasi 10'000 franchi, fissandosi a 62'300 franchi per azienda.
Anche per unità lavorativa il reddito è cresciuto di quasi 10’00 franchi, raggiungendo quota 41'200.
I dati sono stati raccolti in 1051 aziende agricole, ossia un terzo del totale preso in esame ogni anno nell'ambito del censimento centralizzato della FAT.
Tali aziende a carattere famigliare coltivano in media 19 ettari di terreno e impiegano 1,22 unità lavorative.

Fine della finestrella


Link

×