Rinviato il settimo duello tra Alinghi e New Zealand

Niente corsa e niente giubilo per i numerosi tifosi svizzeri presenti a Valencia Keystone

In seguito ad un vento giudicato troppo debole e irregolare, gli organizzatori hanno deciso di rinviare a martedì la settima prova della Coppa America.

Questo contenuto è stato pubblicato il 01 luglio 2007 - 16:37

Dopo il nuovo successo conseguito sabato, il team svizzero di Alinghi conduce la competizione con 4 gare vinte contro 2 per i neozelandesi e si trova quindi ad un solo passo dalla vittoria finale.

Nonostante la delusione dei telespettatori e degli appassionati accorsi in gran numero al porto di Valencia, gli organizzatori hanno preferito rinunciare alla gara della Coppa America in programma domenica.

Ai loro occhi, le condizioni meteorologiche non avrebbero permesso uno svolgimento regolare della settima sfida tra il detentore del trofeo Alinghi e lo sfidante New Zealand. Nonostante un leggero miglioramento in giornata, il vento che spirava al largo della città spagnola è rimasto anche nel tardo pomeriggio troppo debole per rilanciare la competizione.

La gara, vento permettendo, dovrebbe svolgersi martedì prossimo alle 15.00, dal momento che il lunedì era già previsto inizialmente come giorno di riposo.

Ad un passo dalla grande impresa

Sabato, nella sesta prova, Alinghi ha strappato il suo quarto successo, riuscendo a rimontare lo svantaggio iniziale e ad imporsi sui neozelandesi con un distacco di 28 secondi. L'equipaggio svizzero, che conduce ora la sfida con 4 vittorie contro 2 dei neozelandesi, è ritornato nelle vesti di grande favorito.

Ad Alinghi manca infatti solo un successo per poter compiere una nuova grande impresa, ossia difendere il trofeo conquistato 4 anni fa in Nuova Zelanda. Questa edizione della Coppa America potrebbe quindi concludersi martedì con un nuovo trionfo per Ernesto Bertarelli, per i suoi mercenari e per i tecnici svizzeri che hanno messo a punto l'imbarcazione.

"Ci basta ormai una sola corsa per vincere, ma sarà altrettanto difficile delle altre", ha dichiarato sabato Ernesto Bertarelli dopo il quarto successo di Alinghi. "Di certo, preferisco essere nella mia posizione che in quella dei neozelandesi. Ma, finora, ogni gara è stata combattuta fino all'ultima virata e non posso quindi dare nulla per scontato".

Lotta serrata

Rispetto alle edizioni precedenti, questa Coppa America sta offrendo agli appassionati battaglie estremamente serrate tra i due equipaggi e non poca incertezza sull'esito finale della competizione.

Nel 2003, Alinghi si era invece imposta con un secco 5 a 0 contro i detentori neozelandesi, riuscendo a riportare la Coppa America in Europa. Tre anni prima New Zealand aveva difeso il trofeo con lo stesso risultato, di fronte alla barca italiana Luna Rossa.

Quest'anno, Alinghi ha destato soltanto in alcune fasi del confronto, tra cui la prima gara, l'impressione di poter dominare facilmente l'avversario. Nella seconda corsa, commettendo alcuni errori tattici, l'equipaggio svizzero ha offerto la prima vittoria ai neozelandesi.

Nella terza gara, caratterizzata da venti irregolari e da una serie spettacolare di colpi di scena, I "kiwi" sono riusciti addirittura a portarsi per la prima volta in vantaggio, per 2 a 1, nei confronti di Alinghi. Il team svizzero si è subito rifatto nella quarta sfida, dominata dall'inizio fino alla fine.

Nella quinta prova la vittoria di Alinghi è stata agevolata dal cedimento di una vela dei concorrenti. Sabato, il team svizzero ha seriamente ipotecato la vittoria, conseguendo il suo terzo successso consecutivo.

swissinfo

Fatti e cifre

La finale della Coppa America 2007 si tiene a Valencia, in Spagna.

La competizione inizia il 23 giugno e può durare fino al 7 luglio. A vincere è infatti la prima imbarcazione che si aggiudica cinque regate.

Il budget di Alinghi per questa edizione della Coppa America è stimato a 160 milioni di franchi.

End of insertion

Coppa America

La Coppa America è il più famoso e antico trofeo dello sport della vela. È assegnata al vincitore di una serie di regate fra l'imbarcazione del detentore della coppa (defender) e quella del suo sfidante (challenger).

La competizione, svoltasi per la prima volta nel 1851 in Inghilterra, fu vinta dall'imbarcazione America, del New York Yacht Club. Gli americani rimasero in seguito imbattuti per 132 anni (1983).

Nel 2003, Alinghi strappa la vittoria al defender New Zealand. Dopo oltre 150 anni il trofeo è così approdato di nuovo in Europa.

End of insertion

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: community-feedback@swissinfo.ch

Condividi questo articolo