Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

La seduta odierna del Parlamento è iniziata alle 08.00 a Camere riunite con l'elezione di diversi membri del Tribunale federale dei brevetti, del Tribunale militare di cassazione, del Tribunale penale federale e del Tribunale amministrativo federale.

Il Consiglio nazionale (08.00-13.00 e 15.00-19.00) discuterà in seguito delle divergenze in merito al primo supplemento al preventivo 2017. Sul tappeto vi sono i 10 milioni destinati a coprire i costi del ritardo nel progetto informatico dell'amministrazione federale FISCAL-IT e di 700'000 franchi supplementari per il Ministero pubblico della Confederazione (MPC) che gli Stati vorrebbero accordare ma che il Nazionale ha sempre respinto.

La Camera del popolo discuterà in seguito della Legge federale sull'imposizione di fondi agricoli e silvicoli. Vista la ferma opposizione del Consiglio degli Stati, la commissione preparatoria propone di rinunciare al progetto.

In agenda v'è pure la creazione delle basi legali affinché la Banca nazionale svizzera (BNS) possa concedere un mutuo pari a 500 milioni di diritti speciali di prelievo (circa 690 milioni di franchi) al Fondo fiduciario per la lotta contro la povertà del Fondo monetario internazionale (FMI).

Salvo sorprese, la camera approverà poi la revisione della Legge federale sulle tasse di bollo che mira a esentare dal pagamento della tassa di negoziazione le fiduciarie statiche italiane, che garantiscono l'imposizione del patrimonio detenuto in Svizzera da parte di cittadini italiani.

Il Consiglio degli Stati (08.00-13.00 ed ev. 15.00-19.00) si occuperà da parte sua della ratifica dell'accordo di libero scambio concluso tra gli Stati dell'AELS (Islanda, Liechtenstein, Norvegia e Svizzera) e la Georgia. Secondo la commissione preparatoria, tale accordo permetterà di sostenere le riforme economiche in atto in Georgia e di proseguire l'integrazione del Paese nelle strutture di cooperazione.

I "senatori" torneranno poi ad occuparsi, a livello di divergenze, del rinnovo del sistema di registrazione dei dati biometrici. Secondo la Camera del popolo, la messa in concorso deve essere rivolta prioritariamente alle imprese elvetiche. Per gli Stati tale clausola non è però compatibile con le norme dell'Organizzazione mondiale del commercio.

SDA-ATS