Mondiali, Svizzera nel girone del Brasile

Nella fase finale dei Mondiali di calcio in Russia del 2018, la nazionale svizzera giocherà in un girone molto insidioso contro Brasile, Serbia e Costa Rica.

Questo contenuto è stato pubblicato il 01 dicembre 2017 - 17:12
swissinfo.ch e agenzie/lj
Le squadre del gruppo E. Keystone

"È vero. È un girone molto complicato e difficile, ma sinceramente credo che abbiamo le carte in regola per passare il turno". Si è detto ottimista il centrocampista della nazionale elvetica Valon Behrami dopo il sorteggio per i prossimi Mondiali di calcio, in Russia. 


Inserita in seconda fascia nel sorteggio di venerdì a Mosca, la Svizzera se la vedrà con Brasile (17 giugno), Serbia (22 giugno) e Costa Rica (27 giugno) Le prime due squadre di ogni gruppo avanzeranno agli ottavi di finale.

Ottimista anche l'allenatore Vladimir Petkovic. Quando la Radiotelevisione svizzera gli ha domandato cosa pensasse del fatto di giocare la prima partita contro il Brasile ha risposto semplicemente: "Che bello!"

Durante le qualificazioni per Russia 2018, la squadra elvetica aveva vinto nove delle dieci partite del girone. La sconfitta all’ultimo turno contro il Portogallo l’aveva però relegata al secondo posto. La Svizzera si è guadagnata l’accesso a Russia 2018 vincendo lo spareggio contro l’Irlanda del Nord (vittoria per 1 a 0 a Belfast e pareggio interno 0 a 0).

Per la Svizzera, quella in Russia sarà la quarta partecipazione consecutiva a un Mondiale. L'obiettivo annunciato è il passaggio ai quarti di finale. Nel 2014, in Brasile, era stata estromessa negli ottavi di finale dall’Argentina, dopo i tempi supplementari. Ironia della sorte, è stato proprio Diego Armando Maradona ad estrarre il nome della Svizzera. Sarà un buono o un cattivo auspicio? 

Contenuto esterno


Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: community-feedback@swissinfo.ch

Condividi questo articolo