Navigazione

Saltare la navigazione

Funzionalità principali

Sì alla Fondazione Svizzera solidale

Solo il 33% degli interrogati sostiene l'idea dell'UDC di usare l'oro solo per finanziare l'AVS

(Keystone)

Più della metà degli svizzeri sarebbero d'accordo ad utilizzare le eccedenze d'oro della Banca nazionale per finanziare l'opera umanitaria. Lo dice un sondaggio pubblicato dal "SonntagsBlick".

Secondo il sondaggio commissionato dal settimanale "SonntagsBlick" all'istituto Demoscope, riferito ad un campione rappresentativo di 1003 persone (di cui il 75% nella Svizzera tedesca e il 25% nella Svizzera francese), il 55% degli svizzeri è favorevole ad utilizzare parte dei 19 miliardi di franchi che deriverebbero dalla vendita dell'oro in eccedenza della Banca nazionale svizzera (BNS) per finanziare la Fondazioen svizzera solidale.

Solo il 33% degli interrogati sostiene invece l'idea di versare all'Assicurazione vecchiaia superstiti (AVS) l'intero ricavato della vendita. L'idea di destinare al fondo pensionistico pubblico i benefici dell'oro in eccedenza è sostenuta dall'Unione democratica di centro, che ha lanciato a questo scopo un'iniziativa popolare.

Aiutare i meno fortunati

Il contro-progetto all'iniziativa del Consiglio federale prevede invece la creazione della Fondazione Svizzera solidale, ente che soccorrerebbe i più sfavoriti, in Svizzera e all'estero.

Concretamente la Confederazione propone di suddividere i ricavati della vendita di oro in tre parti. Un terzo andrebbe alla fondazione, un terzo all'AVS e un terzo ai cantoni.

Per trent'anni, la Svizzera potrà usufruire solo degli interessi dei 19 miliardi di franchi derivati dalla vendita di 1300 tonnellate d'oro. Dopo quel termine,la destinazione del capitale sarebbe di nuovo oggetto di discussione.

Molte critiche

Recentemente, il progetto del governo è stato oggetto di molte critiche, nel mondo politico, e non solo da parte dell'UDC. Ma la popolazione sembra essere favorevole. Il sondaggio, pubblicato anche nel settimanale "dimanche.ch", il 55% degli svizzeri oggi sosterrebbe il progetto governativo piuttosto che quello dell'UDC.

Bisogna pur dire però che gli intervistati, se richiesti direttamente della loro opinione sulla Fondazione Svizzera solidale, si dicono favorevoli o molto favorevoli solo nella misura del 48%. Anche i contrari però diminuiscono: 28%.

Notevole è la percentuale di chi si è già fatto un'opinione sull'argomento: l'80% degli intervistati dice di essersi già fatto un'opinione sull'argomento.

swissinfo e agenzie


Link

Neuer Inhalt

Horizontal Line


subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.

swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

×