Navigazione

Saltare la navigazione

Funzionalità principali

Scelto il regalo svizzero per l'ONU

Il nuovo volto di alcuni uffici del Palazzo di vetro dell'ONU, in base al progetto vincente

Con un progetto che coniuga "design e funzionalità", la Svizzera rinnoverà le sale di rappresentanza della sede delle Nazioni unite a Nuova York.

L'opera è stata scelta quale tradizionale regalo di un nuovo paese membro dell'organizzazione internazionale.

Nel settembre scorso la Confederazione era diventata il 192esimo membro delle Nazioni unite. Rispettando la tradizione, anche il governo svizzero aveva deciso di offrire un proprio regalo all'ONU per sottolineare degnamente la propria adesione all'importante foro internazionale.

Il regalo svizzero, come annunciato in quell'occasione, consisterà nel rinnovo di una decina di locali del Palazzo delle Nazioni unite a Nuova York. Tra questi anche due sale di riunione, riservate per gli incontri tra il segretario generale dell'ONU, il presidente dell'Assemblea generale e i capi di Stato o di governo.

Questo spazio, chiamato GA-200 dagli addetti ai lavori, comprende inoltre diversi uffici operativi e amministrativi. Tutti questi locali attendevano una "rinfrescata" dalla costruzione dell'edificio nel 1952.

58 progetti

L'Ufficio federale delle costruzioni e della logistica (UFCL) ha presentato martedì a Berna il vincitore del concorso, lanciato nell'autunno scorso, che ha raccolto ben 58 proposte. Il progetto scelto dalla giuria - formata da noti architetti svizzeri, rappresentanti dell'ONU e funzionari federali - è il frutto della collaborazione tra due gruppi di giovani architetti.

Denominato "Inlay", questo progetto coniugherebbe in modo armonioso design e funzionalità. Secondo Gustave Marchand, direttore dell'UFCL, sarebbe inoltre un simbolo di "apertura, generosità e trasparenza, come pure della nostra capacità di trarre profitto di spazi limitati e strettamente definiti".

Inlay è stato realizzato da «Bründler Architekten» di Basilea, assieme ai due studi di Bienne «mlzd» e «Relax, Chiarenza & Hauser & Croptier».

Regalo anche per Ginevra

Per i lavori di rinnovo dell'edificio dell'ONU, che si svolgeranno durante le vacanze estive dei funzionari, la Svizzera ha previsto una somma di 2,5 milioni di franchi.

La scelta di questo regalo è stata adottata tenendo conto dei desideri espressi dai rappresentanti dell'organismo internazionale. Numerosi altri paesi hanno optato per opere d'arte prodotte da artisti nazionali: quadri e sculture che ornano le sale e i corridoi del Palazzo di Vetro.

Anche la sede dell'ONU a Ginevra dovrebbe ricevere un regalo da parte della Confederazione. Il Consiglio federale non ha tuttavia ancora fatto la sua scelta.

swissinfo, Armando Mombelli

Fatti e cifre

1945: fondazione delle Nazioni Unite a San Francisco.
1986: respinta la proposta di adesione all'ONU.
2002: il popolo approva l'adesione (3 marzo).
2002: la Svizzera diventa il 192esimo membro (10 settembre).

Fine della finestrella


Link

subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.

×