Navigazione

Saltare la navigazione

Funzionalità principali

Secondo argento per Lara Gut

La 17enne Lara Gut ha confermato anche in discesa il suo grande talento

(Keystone)

Nella discesa femminile ai campionati mondiali in Val d'Isère la giovane sciatrice ticinese ha conquistato il secondo posto. Oro alla statunitense Lindsey Vonn, bronzo all'italiana Nadia Fanchini.

Nuova conferma per la 17enne ticinese, ai suoi primi Mondiali: sulle nevi della Val d'Isère Lara Gut, già seconda nella super combinata di venerdì, ha conquistato l'argento anche nella gara più attesa: la discesa.

L'oro è andato a Lindsey Vonn, che ha dominato la gara staccando la sua più diretta concorrente di 52 centesimi di secondo. La sciatrice statunitense ha così bissato il successo nel super G di sei giorni fa, dopo la delusione della super combinata, dove aveva mancato una porta nella manche di slalom ed era stata squalificata.

Nonostante i dolori

Lara Gut, scesa con il pettorale numero 6, ha retto a lungo all'assalto delle avversarie, finché Lindsey Vonn, scesa con il numero 21, l'ha relegata in seconda posizione.

Un risultato finale che nulla toglie alla prestazione della sciatrice ticinese, che ha dovuto lottare contro forti dolori al ventre.

«Alla partenza e all'arrivo avevo dei dolori, durante la gara non ho però sentito niente», ha detto la giovane speranza dello sci alpino svizzero. «Non è stato comunque un piacere scendere oggi. Temevo di non finire»,

Piuttosto lenta alla partenza, Lara Gut ha posto le basi per l'ottimo risultato nella parte centrale del percorso. La sciatrice ticinese si è però resa conto subito di non aver gareggiato a un livello sufficiente per conquistare la medaglia d'oro. «Ho subito capito che la mia discesa non era abbastanza buona per vincere».

Gli assalti di Fanchini e Pärson

L'attesa nell'area del traguardo è stata a tratti ricca di tensioni. La prima a mettere in pericolo la posizione di Lara Gut è stata l'italiana Nadia Fanchini, distaccata alla fine dalla sciatrice svizzera per soli 5 centesimi di secondo.

Altro pericolo è apparso all'orizzonte al momento della discesa della svedese Anja Pärson, che nei tempi intermedi aveva un vantaggio di 57 centesimi sulla Gut. Un errore le è però costato tempo e un posto tra le prime dieci classificate.

Lindsey Vonn, un oro meritato

Non c'è stato però nulla da fare però contro Lindsey Vonn, che ha superato senza problemi la delusione della super combinata conquistando un titolo mondiale più che meritato. In coppa del mondo la statunitense ha al suo attivo ben 11 vittorie in discesa.

La fortuna non ha invece arriso alle altre sciatrici svizzere: l'esperta Nadia Styger e la rivelazione Dominique Gisin non hanno concluso la gara. Fabienne Suter, sola svizzera in classifica alle spalle di Lara Gut, è finita al 17esimo posto, a 3 secondi e 4 centesimi dalla vincitrice.

swissinfo e agenzie

Classifica

1. Lindsey Vonn (USA) 1:30,31.
2. Lara Gut (Svizzera) 0,52 di ritardo.
3. Nadia Fanchini (Italia) 0,57.
4. Elisabeth Görgl (Austria) 0,93.
5. Marion Rolland (Francia) 1,14.
6. Marie Marchand-Arvier (Francia) 1,20.
7. Andrea Fischbacher (Austria) 1,57.
8. Wendy Siorpaes (Italia) 2,00.
9. Stacey Cook (USA) 2,06.
10. Maria Riesch (Germania) 2,11.
11. Emily Brydon (Canada) 2,13.
12. Anja Pärson (Svezia) e Aurélie Revillet (Francia) 2,32.
14. Tina Maze (Slovenia) 2,33.
15. Chemmy Alcott (Gran Bretagna) 2,73.

Inoltre: 17. Fabienne Suter (Svizzera) 3,04.

Eliminate: Nadia Styger (Svizzera), Britt Janyk (Canada), Anna
Fenninger (Austria), Dominique Gisin (Svizzera)

Fine della finestrella


Link

subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.

×