Navigazione

Saltare la navigazione

Funzionalità principali

Sepp Blatter rieletto alla testa del calcio internazionale

Blatter è stato rieletto per acclamazione

(Keystone)

Senza avversari, lo svizzero ha ottenuto giovedì a Zurigo un terzo mandato di quattro anni alla testa della Federazione internazionale di football (FIFA).

Sepp Blatter prosegue il suo regno, malgrado le critiche ricorrenti sulle sue presunte manovre e il suo stile autocratico.

Il 71enne Blatter ha ottenuto il sostegno di un'ampia maggioranza delle 207 associazioni riunite a Zurigo per il congresso della FIFA. Lo svizzero rimarrà alla testa dell'esecutivo del calcio internazionale fino al 2011. Non vi erano altri candidati.

Sepp Blatter ha accolto l'elezione con "una grande gioia, una gioia profonda" e ha aggiunto di essere ancora più emozionato perché "siamo in Svizzera, nel mio paese. Siamo a Zurigo, la città della FIFA".

Lo svizzero è stato eletto per la prima volta nel giugno del 1988, diventando l'ottavo presidente della FIFA. È stato il successore di Joao Havelange, che ha retto le sorti della FIFA per 17 anni.

Blatter è entrato alla FIFA nel 1975, dove sei anni dopo ha assunto la carica di segretario generale. All'epoca solo 20 persone lavoravano alla FIFA. Oggi sono 280.

Come Havelange, Blatter è stato accusato di essere un presidente autocratico. Gli è stato rimproverato anche il fatto di aver sospeso appena prima della sua elezione cinque anni fa un'inchiesta sui conti della FIFA dopo il fallimento del suo partner ISL/ISMM.

Blatter è in conflitto anche con le squadre del G14, i potenti club europei che dominano i campionati nazionali e la Champion League, che lo svizzero non esita a criticare.

swissinfo e agenzie

Biografia

Joseph "Sepp" Blatter è nato Visp (Vallese) il 10 marzo 1936. È l'attuale presidente della FIFA, la massima organizzazione calcistica mondiale. Blatter è stato eletto l'8 giugno 1998 alla testa dell'organizzazione sportiva come successore del brasiliano João Havelange.

Tra le decisioni prese durante la sua presidenza, per esempio, l'inasprimento delle pene per atti ritenuti immorali durante lo svolgimento stesso del gioco, come la simulazione, il "fallo da dietro" o il togliersi la maglietta dopo un goal.

A Seul, il 29 maggio 2002, le associazioni facenti capo alla FIFA gli rinnovano il mandato. Il congresso di Doha aveva eccezionalmente prolungato di un anno il mandato presidenziale per evitare che l'elezione del presidente coincidesse con i Campionati del mondo in Germania.

Il 31 maggio 2007 a Sepp Blatter sarà nuovamente confermato il ruolo di presidente fino al 2011. Malgrado violenti attacchi (di corruzione e nepotismo) e diverse polemiche (come il rifiuto, ai mondiali di Germania, di consegnare all'Italia la Coppa del mondo), il dirigente svizzero conserva la fiducia della grande famiglia del calcio.

Fine della finestrella

Neuer Inhalt

Horizontal Line


subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.