Navigazione

Saltare la navigazione

Funzionalità principali

Serata calcistica storica a Basilea

I due argentini del Basilea, Gimenez e Rossi, hanno segnato un goal ciascuno

(Keystone)

Pareggiando 3 a 3 con il Liverpool, il Football Club Basilea è la prima squadra svizzera che accede alla seconda fase della Champions League.

L'avvincente partita di martedì sera allo stadio St.Jakob, entrata nella storia del calcio elvetico, ha fruttato al Basilea 10 milioni di franchi.

È finita 3 a 3 dopo un match spettacolare ed intenso, che ha visto il Basilea centrare l'appuntamento con la storia. Mai una squadra svizzera era riuscita nell'impresa di qualificarsi per la seconda fase di Champions League.

In vantaggio dopo appena 120 secondi grazie a Rossi, i campioni svizzeri sono andati alla pausa sul 3-0, dopo i gol di Gimenez ed Atouba. Sembrava fatta e invece il Liverpool (che nella sua storia ha raggiunto le cinque finali di Coppa Campioni) ha dapprima ridotto le distanze con Murphy, Smicer e addirittura pareggiato a cinque minuti dal termine, grazie ad un rigore di Michael Owen.

I campioni svizzeri però sono riusciti a resistere e quando l'arbitro Colombo (francese) ha decretato il segnale di chiusura, è iniziata la grande festa.

Come Bertogliati e Ammann

Cosa hanno in comune i Giochi Olimpici di Salt Lake City, il Tour de France e la Champions League di calcio? Molto più di quanto possa sembrare a prima vista.

Alle Olimpiadi nordamericane, Simon Ammann conquistò due memorabili medaglie d'oro nel salto con gli sci da entrambi i trampolini.

Cinque mesi più tardi, domenica 7 luglio, Rubens Bertogliati fece sua la prima tappa del Tour de France e indossò la maglia gialla di leader.

Martedì 12 novembre, infine, il Basilea di Christian Gross ha staccato il biglietto per la seconda fase della Champions League, il massimo torneo europeo per club.

Ammann e Bertogliati sono stati gli ambasciatori svizzeri degli sport individuali, il Basilea ha dimostrato di essere la squadra svizzera dell'anno.

Tre imprese che rimarranno per sempre scritte nell'albo d'oro dello sport elvetico.

Vittoria di un Cantone

Lo storico risultato ottenuto dai renani va oltre l'aspetto puramente sportivo.

Dietro alla squadra di Christian Gross vi è una mecenate (la signora Gigy Oeri) ma anche importanti partner del mondo economico (come Novartis, UBS, Swiss Group, e Basler Versicherung).

Un ruolo importante l'ha senza dubbio giocato l'affezionato pubblico renano. Celtic Glasgow, Spartak Mosca, Valencia e Liverpool hanno ben presto capito che il Basilea poteva contare sul classico dodicesimo uomo.

Pentolone in ebollizione

Chi ha vissuto in diretta l'evento è stato letteralmente sommerso dall'emozione quando l'arbitro ha fischiato la fine dell'incontro.

Il St. Jakob Park è diventato come una grande pentola in ebollizione, con trentamila spettatori impazziti di gioia.

Ora il Basilea attende il sorteggio di venerdì 15 novembre, quando - a Ginevra - verranno stabiliti i quattro gruppi della seconda fase (sedici squadre).

Pallone elvetico in rialzo

Gli appassionati svizzeri di calcio fanno il tifo per Spagna, Germania e Italia. Se la Champions League finirà in una delle tre nazioni menzionate, la Svizzera potrà annoverare due compagini in Champion's League.

Le imprese dell'Under 21 di Bernard Challandes, i buoni risultati della Nazionale maggiore di Köbi Kuhn (in corsa per un biglietto ad Euro 2004) e lo storico traguardo raggiunto dal Basilea fanno impennare le azioni del calcio elvetico.

Pioggia di soldi

L'accesso alla seconda fase di Champions League regala fama, prestigio ma anche parecchi soldi. Basti pensare che finora il club renano, con la partita di martedì sera, ha incassato altri 10 milioni di franchi.

Il piccolo Basilea (25 milioni di budget) è riuscito ad estromettere il ricchissimo Liverpool (240 milioni di franchi di budget).

A testimonianza che non servono molti soldi per vincere nel calcio: basta saper investire bene quelli che si hanno a disposizione!

Filippo Frizzi, Basilea

Fatti e cifre

L'FC Basilea: prima squadra svizzera che accede al secondo turno della Champions League
seconda del suo, dietro al Valencia ma davanti a Liverpool e Spartak Mosca
ha già incassato 10 milioni di franchi, che raddoppiranno nel secondo turno (partite, biglietti, diritti tv)
i suoi prossimi avversari saranno sorteggiati a giorni

Fine della finestrella


Link

Neuer Inhalt

Horizontal Line


subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.

swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

×