Navigazione

Saltare la navigazione

Funzionalità principali

Simon Ammann nella storia

Il giovane atleta prodigio sangallese ha realizzato un'impresa mai riuscita a nessun altro svizzero

(Keystone)

La favola continua: dopo il successo dal piccolo trampolino di domenica scorsa, Simon Ammann, vola anche nel concorso dal grande trampolino. Secondo oro !

A 72 ore di distanza dall'oro nel K90, Simon Ammann ottiene la medaglia d'oro anche dal trampolino di 120 metri. Il ventenne di Unterwasser ha preceduto il campione uscente, il polacco Adam Malysz (argento) e il finlandese Matti Hautamaeki, bronzo. Sven Hannawald, in testa a pari merito con Amman dopo il primo salto, è atterrato male nel secondo e ha concluso soltanto quinto.

Harry Potter svizzero

I suoi amici del Toggenburg lo hanno soprannominato "SimiAir" dopo gli ottimi risultati ottenuti alla tournée dei Quattro Trampolini di inizio anno, proprio nel momento in cui Swissair cercava un nuovo nome per la nuova compagnia di bandiera.

Simon Amman però assomiglia molto ad Harry Potter, l'indiscusso protagonista nei cinema di tutto il mondo. Con quel suo ciuffo sbarazzino, gli occhialini da intellettuale e la faccia acqua e sapone, il ventenne di Unterwasser sembra personaggio uscito dalle fiabe di Walt Disney. E le favole piacciono agli americani che hanno festeggiato Amman quasi fosse un atleta a stelle e strisce.

Due balzi nella storia

Già al comando con il tedesco Hannawald dopo il primo salto (132.5 metri), Simon Amman è volato ancora più lontano nel secondo salto, raggiungendo 133 metri e infrangendo il record del trampolino di Olympic Park. Due balzi felini, che lo hanno portato ad un totale di 281.4 punti, ben 11.7 in più dello smaliziato Malysz e ben 25 più di Hautamäeki!

Davvero straordinario per Amman, figlio di un agricoltore sangallese e che fino all'altro giorno frequentava il liceo di Wattwil. Forse neppure lui si aspettava di poter bissare il successo ottenuto dal piccolo trampolino, quello che in passato è stato snobbato dai big.

La riconferma dalla "lunga distanza" è la prova che Amman è un campione vero, per nulla superstar e straordinariamente geniale quando si stacca dal trampolino con gli sci ai piedi.

"Che la festa abbia inizio"

Domenica, quando ad Unterwasser venivano spente le ultime luci dopo la festa in suo onore, Simon Amman diventava il protagonista indiscusso di Main Square a Salt Lake City, luogo dove avviene la cerimonia di premiazione.

Oltre ventimila persone si erano radunate per festeggiare "Harry Potter": Amman, con un lungo mantello color argento (quello ufficiale di Swyss Olimpic) ha saltato, ballato per tutta la sera, scaricando così tutta la tensione accumulata. Dopo la seconda medaglia d'oro ha avuto il coraggio di aggiungere "è fantastico, sembra un sogno davvero idilliaco. Non svegliatemi proprio adesso".

Entusiasmo a Unterwasser

La popolazione della località sangallese e i compagni di scuola del 20enne hanno seguito in diretta la gara su schermo gigante, esplodendo in manifestazioni di gioia quando «Simi» ha conquistato la sua seconda medaglia d'oro.

Simon Ammann sarà di ritorno al pasesello natio il 24 febbraio prossimo. Nel frattempo la fattoria dei genitori è presa d'assalto dai giornalisti. L'interesse mediatico è visto di buon occhio nella regione, a forte vocazione turistica.

Filippo Frizzi


Link

Neuer Inhalt

Horizontal Line


swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.