Navigazione

Saltare la navigazione

Funzionalità principali

#WeAreSwissAbroad Madeleine Weiss: "Amo la vita in Indonesia"

Madeleine Weiss

Madeleine Weiss con un vassoio tradizionale intrecciato. Su di essi in Indonesia sono messi ad essicare erbe aromatiche, peperoncini, ecc. Spesso sono utilizzati anche per "pulire" il riso, cioè per separare sassolini o baccelli dal riso.

(zVg)

Con il marito indonesiano e i due figlioletti, Madeleine Weiss, 31 anni, si è trasferita a Yogyakarta. La giornalista radiofonica e insegnante di tedesco apprezza la vita semplice in un luogo dove c’è una sola stagione.

swissinfo.ch: Quando e perché ha lasciato la Svizzera? Ha intenzione di tornare?

Madeleine Weiss: Il 30 giugno 2015, mio marito, io e i nostri due figli piccoli, che avevano rispettivamente tre e 22 mesi, ci siamo imbarcati su un aereo per l'Indonesia con quattro valigie. Non avevamo granché con noi. A quel momento non era ancora chiaro dove, come e con cosa avremmo esattamente vissuto. Ma eravamo armati di coraggio e pieni di energia e voglia di avventura.

Le opinioni espresse in questo articolo, tra cui quelle riguardanti il paese ospitante e la sua politica, rispecchiano la visione della persona intervistata e non corrispondono necessariamente alla posizione di swissinfo.ch.

Fine della finestrella

Volevamo rimanere due anni nel paese di mio marito. Per vivere, amare e mostrare ai nostri figli la vita quotidiana nella loro seconda patria, lontana dalla protetta Svizzera. Quello era allora il nostro piano.

Nel frattempo i due anni sono trascorsi da tanto tempo e noi siamo ancora in Indonesia! Prevediamo ancora di tornare in Svizzera, ma quando esattamente non lo sappiamo ancora.



Partecipate a rendere ancora più globale la Svizzera: segnate le vostre immagini Instagram con #WeAreSwissAbroad.

Una selezione di queste fotografie sarà presentata sulla nostra pagina Instagram. 

Partecipate a rendere ancora più globale la Svizzera: segnate le vostre immagini Instagram con #WeAreSwissAbroad.

Una selezione di queste fotografie sarà presentata sulla nostra pagina Instagram. 

(swissinfo.ch)

swissinfo.ch: Che lavoro svolgete? Come lo avete scelto e come funziona?

M. W.: Gestiamo un homestay, ossia affittiamo una stanza nella nostra casa nella città di Yogyakarta, nel sultanato giavanese. Ogni settimana riceviamo viaggiatori da tutto il mondo.

Mio marito fa anche l'autista per gli ospiti, sia accompagnandoli come guida turistica nella regione, sia andando semplicemente a prenderli e a portarli dove vogliono. Nel frattempo io mi prendo cura dei bambini, della casa e del giardino e disbrigo mille altre cose.

Tra l'altro insegno il tedesco qui a Yogyakarta in una scuola di lingue, scrivo articoli e quattro volte all'anno spedisco per nave delle prelibatezze indonesiane in Svizzera. Proprio di recente ho inoltre tradotto un libro di cucina indonesiano in tedesco.

swissinfo.ch: Dove vive esattamente adesso e com'è la vita lì?

M. W.: Vivo vicino a una risaia alla periferia di YogyakartaLink esterno. Da non confondere con la grande e grigia capitale Giacarta! Yogyakarta è molto più piccola, più verde e più simile a un villaggio, in generale tutto è più tranquillo.

La vita quotidiana a Yogyakarta da un lato è caratterizzata da molte antiche tradizioni giavanesi, e dall' altro, a causa delle numerose buone università, conosciute in tutto il paese, nella nostra città c'è una proporzione di giovani superiore alla media. Questo rende la città un luogo creativo e vivace, dove vecchio e nuovo si fondono meravigliosamente. Amo la vita qui!

Madeleine Weiss con il marito Ari sul sedile posteriore di un tassì, con in braccio di due bambini.

Madeleine Weiss con il marito Ari e i due figlioletti in un tassì.

(zVg)

swissinfo.ch: E come è la cucina?

M. W.: Molto diversa dalla cucina svizzera! Non esistono latticini e, quando si trovano, sono estremamente cari. Per un pezzetto di formaggio (c'è di tanto in tanto in grandi supermercati con un assortimento internazionale di prodotti) si sborsano facilmente dieci franchi. È tanto, considerato che lo stipendio mensile medio indonesiano è di 100 franchi.

Qui il formaggio è un bene raro. A volte, durante il giorno, o anche di notte, sogno i metri di scaffali della Migros o della Coop, dove sono allineate molteplici varietà di formaggio... che mi sorridono. ;-)

swissinfo.ch: Cos'è più attrattivo in Indonesia che in Svizzera? Qual è la più grande differenza con la Svizzera?

M. W.: Naturalmente qui non ci sono quattro stagioni come in Svizzera. Fa caldo tutto l'anno. Qualche volta piove, ma fa ugualmente caldo.

Benché io non sia mai stata una di quelle persone desiderose di emigrare in un paese tropicale per il clima, adesso apprezzo molto questo fatto. Rende la vita davvero molto più semplice.

Basti pensare solo ai vestiti: ne occorrono molto meno. Di conseguenza condivido con mio marito un piccolo e stretto armadio per i miei vestiti, e ci basta ampiamente. Qui in Indonesia non abbiamo bisogno né di giacche, né di calze o di maglioni. Per me, questa riduzione è un lusso al quale rinuncerei malvolentieri.

Madeleine Weiss tiene in braccio un figlio, mentre è seduta in mezzo a numerosi vicini.

Madeleine Weiss in mezzo ai suoi numerosi vicini.

(zVg)

swissinfo.ch: Cosa pensa della Svizzera vista da lontano?

M. W.: Per me, la Svizzera significa patria. È da lì che vengo. Lì vivono i miei genitori, le mie sorelle, i miei amici. Ecco perché amo la Svizzera e a volte mi manca molto.

Quel che mi piace particolarmente della Svizzera sono i fiumi e i laghi puliti, nei quali ci si può tuffare in estate. Da qualche parte in mezzo alla natura, ma anche nel centro di certe città. Cosa darei per poter fare il bagno nei fiumi della città di Yogyakarta! Purtroppo, però, è semplicemente impensabile, a causa dei rifiuti che vi vengono riversati quotidianamente.

swissinfo.ch: Qual è la situazione politica in Indonesia? Si interessa della politica nel suo paese di residenza?

M. W.: Sì, mi interesso della politica indonesiana. Mi piace ascoltare le notizie alla radio. Quando il mio indonesiano non è sufficiente, chiedo a mio marito di spiegarmi un po' più precisamente.

Ciò che più mi affascina in Indonesia è il sano patriottismo che tutti gli indonesiani portano con sé stessi. In Svizzera non appenderei una bandiera rossocrociata davanti a casa il 1° agosto. In Indonesia lo faccio. Tutti lo fanno qui. Si festeggia insieme con orgoglio il compleanno della nazione, facendo giochi, gare e godendosi l'allegro raduno.

Madeleine Weiss insieme a un bambino in sella a uno scooter.

Madeleine Weiss parte a fare la spesa con uno scooter, portando con sé il figlioletto maggiore.

(zVg)

swissinfo.ch: Partecipa alle elezioni ed alle votazioni in Svizzera? Per posta oppure online?

M. W.: Per me è importante che anche come cittadina residente all'estero, io possa partecipare alle elezioni e alle votazioni che si tengono in Svizzera. Purtroppo, però, la busta con il materiale di voto spesso arriva talmente tardi che non è più possibile rispedirla per farla giungere in Svizzera in tempo per la domenica delle votazioni o delle elezioni. È un peccato. Spero di poter votare presto per via elettronica.

swissinfo.ch: Cosa le manca di più della Svizzera?

M. W.: In estate le lunghe giornate e i bagni in laghi cristallini, in autunno bere un mosto d'uva fresco e i boschi colorati, in inverno il silenzio all'aperto quando nevica e la morbida coperta, in primavera l'aria fresca e la rigogliosa fioritura degli alberi da frutta.

Madeleine Weiss davanti a un tempio.

Nella regione di Yogyakarta ci sono numerosi templi sparsi un po' ovunque.

(zVg)

Siete svizzeri residenti all'estero? Segnate le vostre foto su Instagram con #WeAreSwissAbroadLink esterno.​​​​​​​



(Traduzione dal tedesco: Sonia Fenazzi), swissinfo.ch (l'intervista è stata effettuata per iscritto)

Neuer Inhalt

Horizontal Line


subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.

swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

×