Navigazione

Saltare la navigazione

Funzionalità principali

Acquisto di animali: occhio a Internet

Gli animali non sono merci: è quindi sconsigliato acquistarli via Internet, raccomanda la Protezione svizzera degli animali (Psa).

Nell'arco di una sola giornata, la Psa ha infatti individuato – su una quindicina di piattaforme online molto diffuse nella Confederazione – oltre 15'000 proposte d'acquisto di serpenti, scimmie, volatili, cani, gatti. In pochi istanti, è possibile comprare una specie rara senza alcun controllo.

In un comunicato diffuso venerdì, la Psa ricorda che dietro tali annunci si nascondono sovente mercanti privi di scrupoli, mossi unicamente dal desiderio di arricchirsi. L'associazione invitata pertanto gli interessati a dar prova di cautela, segnatamente quando non figurano dettagli in merito all'identità del venditore, quando sono proposte più razze contemporaneamente e quando la fornitura può essere effettuata in qualsiasi momento.

In particolare, la Psa raccomanda prudenza quando si intendono acquistare uccelli esotici, anfibi, rettili e altri animali selvatici: spesso è infatti necessaria un'autorizzazione speciale rilasciata dall'Ufficio federale di veterinaria.

L'associazione consiglia infine di visitare personalmente l'allevamento, per sincerarsi delle condizioni in cui gli animali vivono. Spesso, infatti, le bestie vendute su Internet sono malate e hanno subito maltrattamenti. La Psa ricorda infine che nei rifugi per animali abbandonati vi sono moltissime creature in attesa di una nuova sistemazione.


Link

subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.

×