Navigazione

Saltare la navigazione

Funzionalità principali

Danni e traffico perturbato a causa di "Joris"

La tempesta "Joris", che ha investito la Svizzera tra venerdì e sabato, ha sradicato alberi e causato disagi al traffico, sia ferroviario che stradale e aereo. La neve, caduta copiosa in alcune zone, ha ugualmente reso la vita difficile agli abitanti. La situazione si è normalizzata durante la giornata di sabato.

Le raffiche di vento della notte tra venerdì e sabato, che hanno raggiunto punte di 80 km/ sull'Altipiano, hanno creato non pochi problemi al traffico ferroviario in diverse regioni del paese. Rami caduti nei pressi della stazione di Horw (nel canton Lucerna) hanno causato l'interruzione dei trasporti su rotaia, con ritardi fino a un'ora. Le ferrovie hanno dovuto mettere a disposizione bus sostitutivi nell'attesa che i guasti venissero riparati.

Anche nell'Alto Vallese si sono registrati problemi al traffico ferroviario. La tratta Visp-Zermatt servita dalla Matterhorn Gotthard Bahn è stata messa fuori uso a causa della caduta di sassi dovuta alle forti piogge. La tempesta ha anche provocato una valanga tra Hospental e Realp, nel canton Uri, scesa sulla carreggiata che collega le due località. Il carico delle auto sul treno navetta della Furka è stato spostato da Realp a Andermatt.

Nel canton Berna, le raffiche di vento hanno causato venerdì sera interruzioni di corrente e difficoltà alla circolazione stradale. Fino a sabato mattina la polizia ha ricevuto 90 chiamate, in particolare per alberi e rami caduti o allagamenti di cantine. Contrattempi si sono verificati venerdì sulla linea ferroviaria Lyss-Bienne, nonché Berna-Friburgo. Anche a Sciaffusa la polizia ha ricevuto chiamate per allagamenti di cantine e strade o per danni causati da rami e alberi sradicati.

subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.

×