Navigazione

Saltare la navigazione

Funzionalità principali

Formula 1 Michael Schumacher torna a casa

Michael Schumacher è stato in coma per sei mesi, in seguito a un incidente di sci nella stazione francese di Méribel.

(Keystone)

L’ex pilota tedesco di Formula 1 è stato dimesso dall'ospedale universitario di Losanna (CHUV) ed è stato portato nella sua casa a Gland, sempre nel canton Vaud, dove proseguirà la riabilitazione. 

«Nel corso delle settimane e dei mesi passati, Michael ha fatto dei progressi, considerata la gravità della lesione, ma ha davanti a sé ancora un lungo e duro percorso», ha indicato in un comunicato Sabine Kehm, manager di Schumacher. «Ci teniamo a ringraziare la squadra medica del CHUV di Losanna per l’intenso e competente lavoro svolto».

Il messaggio sottolinea inoltre che sarebbe «sbagliato» concludere che questo cambiamento rappresenta un’evoluzione significativa nello stato di salute di Michael Schumacher.

Il sette volte campione mondiale, 45 anni, si era ferito in un incidente di sci nella stazione francese di Méribel. Facendo sci fuoripista – a velocità del tutto normale, come aveva stabilito l’inchiesta – Schumacher era caduto sbattendo la testa su una roccia. Il casco si era rotto a causa della violenza dell’impatto.

Trasportato all'ospedale di Grenoble, Schumacher era stato operato e messo in coma farmacologico per le importanti lesioni cerebrali. Il 30 gennaio, i medici avevano iniziato la fase di risveglio, un processo molto lungo che consiste nel ridurre progressivamente i sedativi. Il 16 giugno si era risvegliato dal coma ed era stato trasferito dall'ospedale di Grenoble al CHUV di Losanna. 


Le reazioni su Twitter


Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

swissinfo.ch e agenzie

Neuer Inhalt

Horizontal Line


swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.