Navigazione

Saltare la navigazione

Funzionalità principali

Formula 1 Schumacher esce dal coma ed è trasferito in Svizzera



Al CHUV di Losanna, Schumacher può contare su un'infrastruttura di prim'ordine.

Al CHUV di Losanna, Schumacher può contare su un'infrastruttura di prim'ordine.

(Keystone)

L’ex pilota di Formula 1 tedesco è uscito dal coma nel quale si trovava da quasi sei mesi ed ha lasciato l’ospedale di Grenoble. Michael Schumacher è stato trasferito all’ospedale universitario di Losanna (CHUV) dove seguirà un lungo programma di riabilitazione.

La notizia è stata comunicata lunedì dalla manager e portavoce del campione tedesco, Sabine Kehm. «È arrivato questa mattina», ha confermato il portavoce dell'ospedale di Losanna Darcy Christen. «La sua famiglia è con lui, in uno spazio allestito in modo tale da preservare la loro intimità e assicurargli le migliori cure possibili», ha aggiunto. L’ospedale non darà ulteriori informazioni, nel rispetto della vita privata e del segreto medico.

Al CHUV Schumacher, 45 anni, seguirà un programma di riabilitazione, che durerà sicuramente a lungo. La famiglia, che vive a Gland, tra Ginevra e Losanna, ha chiesto riserbo: «Domandiamo a tutti di rispettare il fatto che questa lunga fase di riabilitazione si svolgerà in un quadro privato», ha precisato l’entourage dell’ex pilota.

Nella nota, la famiglia ringrazia inoltre «tutti i medici, infermieri e terapisti di Grenoble così come coloro che hanno prestato soccorso al momento dell'incidente, tutti hanno svolto un lavoro eccellente in questi mesi». E non dimentica «tutta la gente che ha mandato i suoi auguri a Michael, siamo sicuri che lo abbiano aiutato».

Schumacher si trovava in coma dal 29 dicembre scorso, in seguito a un incidente di sci nella stazione francese di Méribel. Facendo sci fuoripista – a velocità del tutto normale, come aveva stabilito l’inchiesta – l’ex pilota di Formula 1 era caduto sbattendo la testa su una roccia. Il casco si era rotto a causa della violenza dell’impatto. Trasportato all’ospedale di Grenoble, Schumacher era stato operato e messo in coma farmacologico per le importanti lesioni cerebrali. Il 30 gennaio, i medici avevano iniziato la fase di risveglio, un processo molto lungo che consiste nel ridurre progressivamente i sedativi.

A inizio aprile, Sabine Kehm aveva indicato che Schumacher mostrava dei segni di miglioramento. Secondo la Bild, l’ex pilota riesce oggi a comunicare con la moglie Corinna e coi figli.

Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

swissinfo.ch e agenzie


Link

Neuer Inhalt

Horizontal Line


subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.

swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

×