Navigazione

Saltare la navigazione

Funzionalità principali

Moschea nel paese della prima "Bond girl"

Circa 300 persone hanno partecipato sabato all'inaugurazione del nuovo centro turco-islamico a Ostermundigen, alle porte di Berna. Il centro serve sia come moschea che come luogo d'incontro.

"È una giornata molto importante", ha dichiarato Hasan Irmak, presidente dell'associazione turco-islamica di Berna. Questa ha acquistato l'edificio, una vecchia enoteca, due anni fa. L'immobile è quindi stato ristrutturato e trasformato in moschea. I progetti non hanno mai contemplato la costruzione di un minareto e dall'esterno non vi sono segni che facciano pensare a una moschea.

Le porte del centro sono aperte esclusivamente ai musulmani. Hasan Irmak sottolinea il desiderio di instaurare "buoni rapporti con il vicinato". Perciò all'inaugurazione sono stati invitati anche i rappresentanti delle autorità ecclesiastiche cattoliche e protestanti del comune.

Fra questi, la presidente del consiglio parrocchiale cattolico Gabi Bachmann ha sottolineato l'importanza di un riavvicinamento fra le diverse comunità religiose, dopo il voto popolare sui minareti. La Bachmann ha quindi lanciato un appello al rispetto dei musulmani in Svizzera.

L'associazione turco-islamica di Berna è stata fondata 35 anni fa. Finora, per le riunioni affittava autorimesse e vari locali. La metà dei membri dell'associazione vive a Berna e Ostermundigen. Il resto abita in località della regione, come Ittigen, Kirchberg e Burgdorf.

Il comune di Ostermundigen è noto essenzialmente per aver dato i natali, nel 1936, a Ursula Andress, l'attrice svizzera che per prima interpretò il ruolo di Bond girl.

swissinfo.ch e agenzie


Link

×