Navigazione

Saltare la navigazione

Funzionalità principali

Ridurre la povertà è possibile

La Conferenza svizzera delle istituzioni sociali (CSIAS) presenta un piano per dimezzare la povertà in Svizzera entro dieci anni.

Per ridurre della metà il numero delle persone che vivono vicino o al di sotto della soglia di povertà è necessaria la volontà politica, ha affermato lunedì a Berna Walter Schmid, presidente della CSIAS. A suo avviso, la lotta contro questo problema sociale deve rivestire maggiore importanza.

Particolarmente colpiti dalla crisi sono i disoccupati di lunga data di mezza età: le loro possibilità di ritrovare un posto di lavoro sono ridotte al lumicino e per questa categoria di persone vanno stabilite delle misure per una loro integrazione, ha ribadito Rolf Mägli, vicepresidente della CSIAS.

A questo proposito la Conferenza svizzera delle istituzioni sociali ha elaborato una trentina di proposte e misure. Il piano è stato elaborato in occasione dell'Anno di lotta contro la povertà decretato dall'Unione europea. Anche il governo elvetico presenterà prossimamente una strategia grazie alla quale intende combattere il fenomeno e il documento del CSIAS va inteso come contributo alla discussione.

Una settimana fa, anche la Caritas è scesa in campo e ha presentato un documento «Riduciamo la povertà della metà» con il quale questa organizzazione intende a sua volta dimezzare il numero dei poveri in Svizzera entro il 2020.

swissinfo.ch e agenzie


Link

Neuer Inhalt

Horizontal Line


swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.