Navigazione

Saltare la navigazione

Funzionalità principali

Sogno infranto per Federer a Parigi

Il numero uno sulla terra rossa di Parigi.

Il numero uno sulla terra rossa di Parigi.

(Keystone)

Nei quarti di finale, lo svizzero si è visto sbarrare la strada verso la riconquista del Roland Garros da Robin Söderling. Lo svedese si imposto in quattro set (3-6, 6-3, 7-5, 6-4).

Il quarto di finale sulla terra rossa di Parigi ha assunto i connotati di una rivincita. Infatti, l’anno scorso nell’atto conclusivo del Roland Garros, Federer si era imposto in tre set sullo svedese (6-1, 7-6, 6-4) aggiudicandosi così l’unico torneo che gli mancava ancora nel suo già ricco palmares.

Martedì sera, lo svedese si è riscattato sulla finale del 2009. Federer e Söderling si sono affrontati per la tredicesima volta in carriera e questa partita, a differenza delle precedenti, ha arriso al numero sette al mondo.

Successo meritato

Questa situazione di partenza ha forse dato troppa tranquillità all’elvetico. Infatti, il numero uno al mondo non è mai parso particolarmente ispirato, se non nel gioco d’apertura. Poi, la partita gli è scivolata dalle dita e lo svizzero non è mai sembrato in grado di invertire le sorti dell’incontro.

Il 25enne svedese, nel quarto set, alla prima occasione ha portato l’affondo decisivo sfruttando la prima di due palle di match. «È la rivincita dell’anno scorso», ha commentato a fine partita Söderling, sottolineando che il torneo parigino è il suo favorito. Se lo ricorda molto bene anche Rafael Nadal che nel 2009 era stato estromesso nei quarti di finali dallo stesso giocatore.

Pioggia sulla terra battuta

Nel terzo set, sul 5-5 e quando Federer era al servizio, la partita è stata interrotta a causa della pioggia. Dopo 75’, i due giocatori sono ritornati in campo e dalle prime battute si è intuito che Roger aveva perso il ritmo dell’incontro. Infatti, dopo essere stato in vantaggio per 40:15, ha regalato il punto all’avversario che si è portato sul 5-6.

Poi, per Söderling è stata una cavalcata vincente. Nell’ultimo set, dopo un break dello svizzero e l’immediato contro break, ha preso in mano le redini dell’incontro. A servito a 220 km/h e ha risposto in maniera impeccabile. Lo svizzero è apparso invece completamente disorientato.Ora, ad attendere lo svedese al varco in semi finale c’è il ceco Tomas Berdych, numero 15 al mondo.

Domenica, ancora numero uno?

Federer non mancava lo stadio delle semi finali del Roland Garros dal 2004, quando era stato estromesso nel terzo turno da Gustavo Kuerten. Il basilese potrebbe pure fallire un ulteriore traguardo: la conquista del record di presenze alla testa del circuito mondiale del tennis.

Rafael Nadal ha infatti la possibilità di riconquistare la vetta della classifica ATP vincendo domenica la Coppa dei Moschettieri. Federer rimarrebbe così a quota 285, a una settimana dal record dell’americano Pete Sampras.

swissinfo.ch e agenzie

Quarti di finale

Fra gli uomini, Robin Söderling batte Roger Federer (3-6 6-3 7-5 6-4) e Tomas Berdych batte Mikhail Youzhny (6-3 6-1 6-2).

Venerdì si affronteranno Söderling e Berdych; Jürgen Melzer e Novak Djokovic; Nicolas Almagro e Rafael Nadal.

Fra le donne, Francesca Schiavone batte Caroline Wozniacki (6-2 6-3) e Elena Dementieva batte Nadia Petrova (2-6 6-2 6-0).

Giovedì si affronteranno Serena Williams e Samantha Stosur, Jelena Jankovic e Yaroslava Shvedova; Schiavone e Dementieva.

Fine della finestrella


Link

×