Navigazione

Saltare la navigazione

Funzionalità principali

Solida performance dell’UBS

La grande banca è soddisfatta dei risultati trimestrali

(Keystone)

La più grande banca svizzera ha realizzato il miglior risultato trimestrale degli ultimi tre anni registrando un utile netto di 1,673 miliardi di franchi.

Un risultato che supera del 78% quello rilevato nello stesso trimestre del 2002 e del 2% quello del trimestre precedente.

Il risultato netto supera le attese. Gli analisti finanziari, interrogati dall'agenzia Reuters, si aspettavano infatti una media di 1,414 miliardi di franchi.

“Siamo riusciti a migliorare la redditività del nostro istituto nonostante la volatilità dei mercati, in particolare nel campo del reddito fisso", ha dichiarato a questo proposito Peter Wuffli, CEO della banca.

Un successo che però è legato molto al management dell'UBS, come spiega a swissinfo l'analista David Hussey. "Hanno superato molto bene la recessione economica, meglio di altre banche. È una compagnia solida e molto stabile".

Nel corso del terzo trimestre i clienti hanno apportato nuovi fondi per un valore di 20 miliardi di franchi. Questo afflusso riflette, secondo l’istituto, i guadagni di competitività ottenuti dalla società.

Di questi 20 miliardi 15,1 provengono dalla clientela privata, 6,3 da quella istituzionale. Si tratta del livello piu alto dal 2000.

I portafogli creditizi svizzeri e internazionali hanno espresso performance superiori, permettendo all’ UBS di registrare recuperi netti nel terzo trimestre per 26 milioni di franchi.

Negli Stati Uniti la grande banca ha registrato afflussi particolarmente sostenuti pari a 5,7 miliardi di franchi superando ancora una volta la maggior parte dei concorrenti nel segmento della clientela privata.

L’attività europea di gestione patrimoniale ha riconfermato i risultati eccellenti ottenuti in precedenza, con nuovi afflussi netti e proventi in crescita.

Controllo dei costi e riduzione dell’organico

Sul fronte dei risparmi l’ UBS ha continuato ad esercitare un ferreo controllo sui costi e ad operare tagli in quasi tutti i settori.

Il personale che al 30 settembre 2003 contava 66 153 collaboratori, è stato ridotto del 4% rispetto all’ inizio dell’ anno.

Anche in futuro lo snellimento delle strutture e una gestione oculata delle risorse saranno determinanti per il settore dei servizi finanziari.

L’istituto bancario prevede pertanto di razionalizzare ulteriormente i processi in tutte le attività della società, riducendo conseguentemente i livelli di organico.

Prospettive

Durante l’anno in corso, i mercati sono stati soggetti a fluttuazioni, con repentini spostamenti delle opportunità di trading da un'area all'altra.

L’UBS ha dimostrato di essere ottimamente posizionata per cogliere al momento giusto tutte queste opportunità.

“Più forte e decisa sarà questa ripresa, maggiori saranno le ricadute positive sui nostri ricavi. Forti di un passato di ripetuti risultati eccellenti nelle più svariate condizioni di mercato, siamo fiduciosi che l’ UBS continuerà a produrre rendimenti di livello assoluto per i propri azionisti”, ha affermato Peter Wuffli.

swissinfo e agenzie

Fatti e cifre

Nel 3. trimestre 2003 l’utile netto è stato di 1,673 miliardi di franchi
L’afflusso di nuovi capitali ammontava a 20 miliardi di franchi
I costi operativi totali sono scesi del 6%
Il personale è stato ridotto del 4% rispetto all’inizio del 2003

Fine della finestrella


Link

subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.

×