Speranze nella lotta contro il tumore al cervello

Il glioblastoma è la forma più frequente di cancro al cervello. Dartmouth College

Combinando chemioterapia e radioterapia, un gruppo di ricercatori svizzeri è riuscito a migliorare sensibilmente il tasso di riuscita delle cure contro il glioblastoma.

Questo contenuto è stato pubblicato il 09 marzo 2005 - 18:31

Questa scoperta è l'oggetto di due studi pubblicati giovedì nel New England Journal of Medicine.

I ricercatori di sei ospedali universitari e cantonali svizzeri hanno compiuto un passo importante nella cura del glioblastoma, uno dei tumori del cervello maggiormente frequenti e aggressivi.

Puntando su un trattamento che comprende chemioterapia e radioterapia sono riusciti ad aumentare le possibilità di sopravvivenza dei pazienti, indicano mercoledì in un comunicato congiunto il Centro ospedaliero universitario vodese (CHUV) - che ha coordinato la ricerca - e l'Organizzazione europea di ricerca e trattamento contro il cancro.

Campione di 600 pazienti

Sull'argomento saranno pubblicati giovedì sul «New England Journal of Medicine» due studi di altrettanti dottori al CHUV: quello clinico di Roger Stupp, quello molecolare a cura di Monika Hegi. Entrambi si basano su un campione di 600 pazienti residenti in tutto il mondo e seguiti per un anno e mezzo.

I tumori al cervello rappresentano meno del 5% di tutti i casi di cancro, ma colpiscono spesso persone giovani e nel pieno dell'attività. Il glioblastoma è la forma più frequente di tumore maligno al cervello presso gli adulti e concerne ogni anno dalla 5 alle 7 persone su 100'000.

Trattamenti mirati

Prima della nuova scoperta annunciata mercoledì la speranza di vita dei pazienti era di circa un anno. Dopo due anni, solo il 10% delle persone trattate con la sola radioterapia era ancora in vita: aggiungendo una chemioterapia basata su un nuovo agente, il tasso è salito al 26%.

Altro aspetto importante, questa terapia binaria non peggiora la qualità della vita dei malati, sostengono i ricercatori. Lo studio ha messo inoltre in risalto che pazienti con un determinato profilo genetico raggiungono una percentuale del 50%, un risultato che offre prospettive terapeutiche interessanti perché permette trattamenti mirati.

swissinfo e agenzie

In breve

Il glioblastoma, un tumore altamente maligno, è la forma più frequente di cancro al cervello. Colpisce ogni anno tra le 5 e le 7 persone su 100'000.

Gli uomini sono più spesso vittima del glioblastoma che le donne. Le probabilità di essere colpiti dalla malattia crescono con l'età.

End of insertion

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: community-feedback@swissinfo.ch

Condividi questo articolo